• Ultimo Aggiornamento: Lunedì 28 Settembre 2020 - 10:16:59
Sanmauropascolinews.it

Sanmauropascolinews.it

Parzialmente nuvoloso

20.56°C

Parzialmente nuvoloso
Umidità: 39%
Vento: WNW a 4.35 K/H
Martedì
Per lo più soleggiato
10.56°C / 20.56°C
Mercoledì
Parzialmente nuvoloso
11.11°C / 21.11°C
Giovedì
Parzialmente nuvoloso
11.11°C / 21.67°C

Scout San Mauro 30 anniTrent’anni di Festa per gli Scout di San Mauro. Tante le iniziative in programma con il via questa sera alle 18,00 a Casa Tognacci (Via Tognacci, 3) con l’inaugurazione della Mostra fotografica (allestita sino al 18 giugno) che racconta le tre decadi di storia. L’evento è anche l’occasione per visitare Casa Tognacci, di proprietà comunale, chiusa al pubblico.

“Un anniversario è un'occasione per ringraziare chi ci ha preceduto, coloro che hanno camminato accanto a noi, ma è anche l'occasione per rinnovare solennemente quella Promessa a fare del nostro meglio sempre, ogni giorno, con l'aiuto di Dio, unico maestro”. Questo lo spirito delle tante iniziative che chiameranno a raccolta tutti coloro che in questi trent’anni hanno vissuto l’esperienza dello scoutismo in paese. Oltre alla mostra fotografica di cui si è detto, ci sarà la “Biblioteca Vivente, testimonianze per la pace”: serata itinerante di testimonianze e letture sul tema della Pace, giovedì 29 giugno al Parco Giovagnoli (Montessori). E ancora, Esperienza di Avventura, week-end in stile Scout, 2-3 settembre al Centro Giovani San Mauro (iscrizioni aperte per ragazzi e ragazze).

30 anni di storia
Un gruppo di ragazzi e ragazzi adolescenti con i pennelli in mano e i secchi di vernice, le mani e le guance imbiancate forse più dei muri a cui stavano lavorando: è questa l’immagine simbolo dell’inizio della storia dello scautismo a San Mauro. Era il 1987 e quel gruppo di ragazzi, alcuni dei quali oggi ancora capi scout, si erano rimboccati le maniche, da buoni giovani scout, per dipingere la loro ‘casa’, quella che ancora oggi è la sede del reparto di Esploratori. E poco importa se quei giovani imbianchini erano poco pratici con il pennello in mano: per loro era l’inizio dell’avventura, di un grande gioco fatto di imprese, campeggi, notti in tenda.

L’avventura era cominciata qualche mese prima, quando nelle fredde sere d’inverno, l’allora parroco don Aldo Amati aveva riunito intorno a sé alcuni babbi e alcuni giovani con un sogno preciso in testa: fare nascere lo scautismo anche a San Mauro.

Fu grazie all’impegno di quei (allora) giovani babbi, fu grazie alla testardaggine e determinazione di Enzo Astolfi (il primo Capo Scout di San Mauro), fu grazie all’aiuto dei nostri fratelli maggiori del Gruppo Scout di Savignano, se quel sogno è diventato una storia lunga 30 anni. Dal primo campo scout a Frontino, nelle Marche, nel 1988, il gruppo scout di San Mauro ha significato per tantissimi bambini, ragazzi e giovani la possibilità di gustare l’avventura, di sperimentare il gioco e l’amicizia sincera, di vivere il servizio verso gli altri come un modo di dare senso alla propria vita.

Da 30 anni gli scout sono a San Mauro una presenza viva e visibile, inseriti nel contesto parrocchiale e cittadino.

Oggi il Gruppo Scout di San Mauro conta 138 iscritti (fra bambini, ragazzi a Capi). Due anni fa l’apertura del secondo Branco di Lupetti, nel prossimo settembre l’apertura del secondo Reparto di Esploratori e Guide. Uno scautismo in costante crescita, segno che, al di là dei numeri, le famiglie e i giovani di San Mauro hanno riconosciuto e continuano a riconoscere negli scout una valido cammino di educazione, formazione, preparazione alla vita. 

Pin It