Sanmauropascolinews.it

Sanmauropascolinews.it

Nuvoloso

16.67°C

Nuvoloso
Umidità: 91%
Vento: WSW a 3.11 K/H
Martedì
Temporali sparsi
17.22°C / 23.33°C
Mercoledì
Molto nuvoloso
15.56°C / 25°C
Giovedì
Temporali sparsi
16.11°C / 25.56°C
budofans stappiamoci 4Con il progetto “Stappiamoci”, la raccolta tappi del gruppo genitori Budofans, sono stati regalati e consegnati nuovi giocattoli al reparto di Oncoematologia Pediatrica di Rimini. Il progetto, giunto alla terza edizione, grazie alla collaborazione di tutti gli amici e simpatizzanti del Budofans San Mauro Pascoli, ha raggiunto quest’anno la cifra record di 585 kg di tappi raccolti.
Il materiale raccolto, una plastica molto pregiata, è stato poi destinato alla trasformazione nell'azienda Logicas di Gatteo.

La raccolta ha coinvolto non solo gli atleti del Budokan San Mauro ma anche la Scuola Media di San Mauro, il personale del 7° Reggimento Av.Es."Vega" di Rimini, la ditta Focchi di Poggio Torriana ed infine aziende, esercenti, amici di Bellaria, Borghi, e parenti lontani.
Quest’anno il progetto si è evoluto dando vita ad una piccola raccolta fondi durante la cena sociale con tanto di votazioni per scegliere tutti insieme, piccoli e adulti, l'Associazione alla quale devolvere il ricavato. Importante anche il contributo dei Maestri Andrea e Daniele a nome di tutto lo staff del Budokan.
Infine il passo finale di questo progetto, quello più emozionante: nei giorni scorsi all'Ospedale Infermi di Rimini, reparto Pediatrico Oncoematologico, una piccola delegazione di genitori del Budofans e atleti del Budokan San Mauro ha incontrato i responsabili dell'associazione Arop (Associazione Riminese Oncoematologia Pediatrica) e il presidente Roberto Romagnoli, per consegnare loro i giocattoli acquistati che verranno destinati ai bambini e ragazzi ricoverati.


“E’ stato molto impegnativo seguire il progetto in tutte le sue fasi – commenta Genny Guida a nome del Budofans - ma è realmente impagabile la soddisfazione e la gratificazione nell'aver coinvolto tutti e soprattutto nell’aver insegnato ai nostri figli quanto davvero, da un piccolo tappo, può nascere un grande progetto di solidarietà”.
Pin It