Logo new 02

SAN MAURO PASCOLI – (4 luglio 2005) – San Mauro si preso la sua rivincita. Dopo la bocciatura della Bandiera Blu, uno studio dell’Associazione Ambientalista Europea, FEE, sulla qualità delle acque ha posizionato San Mauro al quinto posto nazionale. Di seguito riportiamo il servizio pubblicato su La Voce di Romagna del 29 giugno scorso dal titolo “San Mauro sbaraglia Viareggio” a firma di Cristina Fiuzzi.

 «E San Mauro Pascoli si prende la rivincita sulla mancata assegnazione della “Bandiera Blu”. In un noto settimanale nazionale, (Oggi, ndr) pubblicate le classifiche delle nuove principesse, le località balneari che vincono, per eccellenza, i podi della balneazione per l’estate 2005. Da uno studio effettuato dall’Associazione Ambientalista Europea, FEE, dove i punteggi vengono determinati da una serie di analisi chimiche e batteriologice, San Mauro Pascoli è risultato al quinto posto della classifica nazionale delle spiagge con l’acqua più pulita e al primo posto in assoluto della Provincia Forlì Cesena. Ha sbaragliato concorrenti con chilometri di arenile, come Viareggio (si trova al nono posto), Bordighera (dodicesima), Cattolica (tredicesima) e Postano (diciannovesima). Girando la notizia al primo cittadino sanmaurese, Miro Gori, si è dichiarato entusiasta. Abbiamo approfittato così per chiedergli alcuni delucidazioni in merito a questa classifica, e qual è il suo punto di vista in merito a questa nuova “medaglia acquisita”. San Mauro Mare consta solo di 700 metri di arenile; secondo Lei, a cosa è dovuto la qualità del mare sanmaurese? “Da qualche tempo - risponde Gori - stiamo aderendo ad un progetto sperimentale con la Regione Emilia Romagna per le tecniche di controllo dei flussi delle correnti del nostro mare. In parole povere, invece di aumentare le scogliere di difesa, abbiamo aperto alcuni punti di esse per far incanalare le correnti del mare aperto. Ne consegue, con questa operazione, un incremento dell’arenile, perché le correnti depositano ulteriore sabbia sull’arenile. Dall’altro, avendo maggiore ossigenazione, è stato eliminato naturalmente il fango che si depositava sotto le scogliere, avendo avuto il mare a fronte della spiaggia maggior ossigenazione. Sono stati predisposti controlli per capire quali potevano essere i benefici apportati con questo lavoro? Con date prefissate, vengono effettuate raccolte di campioni e analizzate; i dati che ci vengono comunicati dimostrato un ulteriore miglioramento del nostro mare”. Comparire su un settimanale nazionale che vende milioni di copie non è da tutti; essere addirittura quinti a livello nazionale deve essere una soddisfazione per tutta la comunità di San Mauro Pascoli.In termini di comunicazione significa raggiungere la vetrina ottimale, rapportato anche al fatto che quest’anno non abbiamo ottenuto la Bandiera Blu. Una tribuna di questo tipo vuol dire far conoscere San Mauro Mare, ma anche l’entroterra, a tutti gli italiani”. Ha parlato dell’entroterra legato alla riviera; c’è qualche nuovo progetto per un ulteriore rilancio?Stiamo attuando in questi mesi un’operazione che noi abbiamo suddiviso in tre grandi punti: ecologia, biologia e identità. L’ecologia, collegata ad un progetto della Provincia, in specifico all’assessorato all’ambiente denominato ‘bagnino ecologico’. Biologico, legato all’alimentazione. In questo senso, insieme all’assessorato al Turismo della Provincia e alle Fattorie Fagioli, vengono offerti, a turnazione, nei nostri nove bagni a spiaggia, delle merende e degli aperitivi biologici. Identità significa valorizzare sempre più, e al meglio le caratteristiche del territorio, andando alle radici culturali e antropologiche. Uno degli eventi svoltosi da pochi giorni, legato a questo ultimo obbiettivo è stato ‘Fasem la Pida’; abbiamo messo a disposizione dei turisti la possibilità di imparare a fare la piadina romagnola, che ormai è conosciuta a livello internazionale”. Qual è lo slogan che l’amministrazione vuole proporre ai turisti che frequentano la vostra spiaggia?Una vita sana, abbinata ad un mare pulito, e ad un percorso gastronomico che riscopre le proprie radici, vuol significare un turismo d’eccellenza come si sta verificando in questa calda estate”». (Tratto da La Voce di Romagna del 29 giugno scorso dal titolo “San Mauro sbaraglia Viareggio” a firma di Cristina Fiuzzi).

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna