Logo new 02

SAN MAURO MARE – (20 Agosto 2005) – Un mese di luglio col segno più è stato quello registrato a San Mauro Mare. Dai dati dell’assessorato al turismo della nostra provincia emerge un +16,2% negli arrivi e un +5,2% sul fronte delle presenze. In altre parole anche a San Mauro Mare si è accentuato il cosiddetto “mordi e fuggi” (arrivano più persone ma pernottano meno giorni), registrando un incremento di turisti da gennaio a oggi di oltre un terzo in più (+33,4% negli arrivi). E questo interessando sia gli italiani sia gli stranieri. Il dato si inserisce nel quadro di un positivo mese di luglio nell’intero territorio provinciale che ha visto un incremento degli arrivi (+11,1%) e una sostanziale tenuta delle presenze (+1,2%). Anche in questo caso sia per quanto riguarda gli italiani sia gli stranieri. Analizzando più a fondo i dati provinciali suddivisi per aree tematiche hanno registrato un balzo in avanti negli arrivi le località montane (+20,6%), quelle di interesse storico-artistico (20,7%, Cesena e Forlì), il mare (+10,9%) e le terme (+7,2%). “Già questi dati sono molto significativi, in quanto se il mare con gli oltre 134mila arrivi ha rappresentato in luglio la fetta più grossa del nostro turismo, anche nel nostro territorio sta prendendo piede un’area di interesse turistico che privilegia le località montane e storico-artistiche sottolineate dagli oltre 17mila arrivi nel mese di luglio a cui dobbiamo aggiungere gli 11mila arrivi nelle località termali”, spiega Luciana Garbuglia, assessore al Turismo della Provincia di Forlì-Cesena. E anche sul fronte delle presenze le cose sono andate bene se si eccettua la situazione alle Terme (-1,8%) dovuta però alla contingente chiusura di uno stabilimento a Castrocaro. Un’impennata è emersa nella località montane (+21,3%), nei centri di interesse storico-artistico (+18,8) e nei parchi montani (+8,5%). Bene anche il mare che ha tenuto il passo con un +1%. “Dai dati emersi è evidente come il mese di luglio ha registrato un’accentuazione del cosiddetto mordi e fuggi – continua Luciana Garbuglia – Una tendenza non di oggi, in continuo crescendo nel corso di questi ultimi anni. L’attuale situazione di incertezza economica non fa altro che favorire questa tendenza. Nell’insieme, comunque, non possiamo che essere soddisfatti dei dati di luglio. Numeri che acquistano un valore maggiore se raffrontati in una lettura storica: gli arrivi di quest’anno sono stato il migliore dato degli ultimi otto anni, mentre le presenze ci portano sui buoni livelli del 2002”.

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna