Sanmauropascolinews.it

Sanmauropascolinews.it

Acquazzoni

16.67°C

Acquazzoni
Umidità: 95%
Vento: WSW a 2.49 K/H
Martedì
Temporali sparsi
17.22°C / 23.33°C
Mercoledì
Molto nuvoloso
15.56°C / 25°C
Giovedì
Temporali sparsi
16.11°C / 25.56°C

di Piero Maroni

I Presidenti Casa dei nonniIl 14 luglio 2001 si elesse il nuovo Consiglio di Amministrazione. Presidente: Annamaria Plazzi (nella foto la sesta da sx), consiglieri: Alvaro Montemaggi, Marco Silvagni, Mirna Reggiani e Massimo Magnani.

Per la prima volta nella sua storia, l’Ente è diretto da un presidente donna e il nuovo consiglio, aderendo a proposte che si avanzavano nel territorio cesenate e in considerazione della mole di lavoro dovute alla complessità delle crescenti responsabilità da assumersi che richiedevano una presenza sempre più costante e continuativa, istituiva l’erogazione di un gettone di presenza poi recepito in un nuovo Statuto approvato il 5 novembre 2001 che ufficializzava l’indennità di carica mensile per il Presidente e per i Consiglieri.

La scelta avvenne non senza dubbi e perplessità anche perché fino ad allora tutti gli amministratori che si erano alternati nei vari Consigli avevano eseguito il mandato esclusivamente su base volontaria e spesso rinunciando pure ai vari rimborsi per alcune spese sostenute in favore dell’Ente, ma i tempi stavano cambiando e la Fondazione, che si era sempre dibattuta tra mille difficoltà a reperire i contributi economici, era diventata una solida realtà nel campo dell’assistenza agli anziani e l’assunzione di responsabilità e l’impegno profuso non erano certamente pari a ciò che si richiedeva negli anni  trascorsi.

Il 10 gennaio 2002 si approvava la realizzazione del nuovo complesso a piano terra per 24 posti letto da destinare a R.S.A. e nel marzo dello stesso anno si promulgava il bando di gara per la realizzazione della nuova struttura che andava ad ampliare in modo consistente l’immobile preesistente allargandosi su un’area privata che il Comune aveva provveduto ad espropriare in quanto la Fondazione non era dotata di questo potere. 

Il 7 settembre 2002 con una cerimonia alla quale parteciperanno autorità della Provincia e della Regione e con la benedizione del Vicario di Rimini, mons. Aldo Amati, assai presente nei momenti importanti della vita della struttura, si procederà alla posa in opera della prima pietra.

Il 20 agosto dell'anno successivo si diede formale incarico all’ing. Orfeo Silvagni sempre dello Studio Coop, che aveva praticamente progettato l’intera Casa dei Nonni sin dalla prima pietra, di redigere un progetto per la realizzazione di alloggi protetti per 6 anziani e di spazi-giorno polifunzionali per l’attivazione di un centro diurno per 8 ospiti. 

Si andavano sempre meglio definendo le responsabilità nella gestione della Casa Pascoli che vedeva un crescente afflusso di visitatori soprattutto in primavera con le gite scolastiche e in estate con i turisti che affollavano la riviera in conseguenza anche della capillare attività dell’Accademia Pascoliana che con convegni, conferenze e pubblicazioni alimentava l’interesse verso la vita e le opere del poeta di San Mauro interessando l’intero territorio nazionale.

La Fondazione con l’entrata in funzione della struttura per anziani aveva in gran parte risolto il problema del reperimento dei finanziamenti necessari per il proprio sostentamento e poteva provvedere senza eccessivi problemi all'adempimento dei compiti ad essa attribuiti.

Un’attività dunque alacre ed intensa quella del Consiglio della Domus eletto da un anno appena, ma in cui già si segnalavano motivi di frizione che incrineranno i rapporti all’interno del Consiglio stesso, tanto che, il 9 ottobre 2002, il primo Presidente donna, dichiarando ragioni personali, rassegnerà le proprie dimissioni e verrà sostituita nel Consiglio da Germano Zozzi.

Pin It