Logo new 02

Protti Stefano 2Figlia delle stelle in casa, lontana dal Macrelli figlia di un dio minore. È una Sammaurese double face quella del girone di andata, una squadra dalla temperatura volubile, dall’estate all’inverno senza conoscere le mezze stagioni. Sopra di una lunghezza dalla zona caldissima dei playout, se giocasse solo davanti ai suoi tifosi potrebbe sognare in grande (20 punti come l’Imolese), peccato che bisogni emigrare ogni due settimane e qui arrivano i dolori (2 soli tasselli). A tirar le somme delle 19 partite sin qui disputate ci pensa il tecnico Stefano Protti che vede il bicchiere mezzo pieno. “Il bilancio è positivo per tanti aspetti. Abbiamo perso delle partite in maniera incredibile, abbiamo subito 5 sconfitte di fila che avrebbero ammazzato un toro. E invece abbiamo avuto la forza di rialzarci, di continuare a combattere, così ci siamo rimessi in carreggiata. Prima eravamo quasi il fanalino di coda, adesso siamo nel gruppone di quelli che se la giocano. La salvezza si conquisterà al novantesimo nell’ultima gara di campionato. Una cosa deve essere certa: i nostri giocatori devono essere abituati alla sofferenza, essere consapevoli dove sono e come si raggiungono i risultati”.

A rendere più complicato il traguardo il mercato decisamente attivo di diverse concorrenti. “Negli ultimi dieci giorni le nostre avversarie si sono attrezzate. Penso per esempio al Vigor Carpaneto nostro ultimo avversario che ha acquistato 6 nuovi giocatori. Noi lavoreremo sodo e cercheremo con le nostre armi, cuore e organizzazione, di arginare quello che gli altri possono avere in più di qualità”.

Il mercato della Sammaurese, per motivi di bilancio, si è limitato al ritorno di Santoni e all’arrivo di Bossa in difesa. “Non posso lamentarmi, so dove la società può arrivare e le possibilità economiche che ha. È ovvio che avrei voluto prendere Traini o Pera ma so che il nostro presidente non fa il passo più lungo della gamba perché è una persona seria e leale. Troppo facile reclamare giocatori quando si sa che non possono arrivare. La forza della Sammaurese è un ambiente nel quale i giocatori sanno che si sta bene e che la società gli garantisce ciò che è stato pattuito”.

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna