Giovanni Pascoli tifosoSe la Sammaurese sta vivendo il momento più difficile del suo triennio in serie D, ecco mobilitarsi in suo soccorso due tifosi illustri. Perché è nel momento del bisogno che si vede l’attaccamento alla maglia. Ecco così scendere in campo due pezzi da novanta del pantheon della storia del paese: il poeta Giovanni Pascoli e il frate agostiniano del Settecento Agostino Giorgi.

Un laico e un religioso, in giusta par condicio, in modo da invocare stelle e padri celesti in un colpo solo. I monumenti a entrambi, in questi giorni li vedono avvinghiati al collo con la sciarpa della squadra di calcio, come fossero dei veri tifosi allo stadio. Quello a Pascoli si trova nella sua casa natale, oggi diventata museo, quello a Giorgi nella piazza che porta il suo nome. Rimane ignota la mano di chi li ha avvolti con i colori giallorossi, il risultato non è passato inosservato a diversi tifosi, soprattutto nel caso di Giorgi visto che si trova all’ingresso del paese.

In paese si vocifera che in caso di salvezza, la squadra farà un pellegrinaggio ai due monumenti. Sarà così?