Logo new 02

Lauati SammaureseSammaurese, abbiamo un problema: il gol. A certificarlo non è solo l’impietosità dei numeri che parlano di 10 realizzazione in 15 gare, ma addirittura la casella dei gol in trasferta con 2 sole realizzazioni. Qui il solo nome ad apporre il sigillo della rete è il classe 1999 Kailin Louati. Il primo a metà settembre nell’unico punto strappato lontano del Macrelli in casa del Romagna Centro, l’altro domenica scorsa su rigore alla Sangiovannese. “Beh, diciamo che non è proprio un bel primato il mio visto che lontano dalle mura casalinghe solo un pareggio abbiamo portato a casa – esordisce il giovane ex Cesena – Più in generale, il problema del gol c’è ed è evidente. A mio parere è dovuto a una serie di concause che si sommano: sfortuna, portieri avversari in stato di grazia, a volte poca lucidità sotto porta. Peccato, perché in settimana lavoriamo duro e in allenamento diamo il massimo”.

Louati non nasconde la preoccupazione della situazione in classifica. “E’ ingiusto il quart’ultimo posto, meritiamo una posizione nettamente superiore. Abbiamo giocato alla pari con tutti, anche contro le squadre nelle posizioni di testa della classifica. Il problema è sempre quello: creiamo tanto, raccogliamo poco. E quando giochi bene e i punti non arrivano, psicologicamente la situazione può condizionarti. Personalmente però sono certo che ce la faremo, soprattutto se metteremo in campo le tante prestazioni espresse fino ad oggi. Il calcio è una ruota che gira, prima a poi dovrà girare anche dalla nostra parte”.

Il giovane giallorosso è alla sua seconda stagione a San Mauro Pascoli. Milanese di nascita calcistica, giovanissimi e allievi alla Sampdoria guidato da Enrico Chiesa, sino ad approdare alla Primavera del Cesena. Alla Sammaurese c’è arrivato alla metà della stagione scorsa. “Ho preferito la serie D alla Primavera perché la ritenevo più utile al mio percorso di crescita calcistica. Lo scorso anno è stato di ambientamento con pochi minuti in campo, quest’anno gioco con più regolarità. Spero di continuare a farlo e spero soprattutto che la nostra squadra riesca ad alzare la testa”.

Nella foto di Mauro Penzo: Louati

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna