• Ultimo Aggiornamento: Venerdì 27 Novembre 2020 - 12:50:15
Sanmauropascolinews.it

Sanmauropascolinews.it

Nuvoloso

7.22°C

Nuvoloso
Umidità: 92%
Vento: WNW a 3.73 K/H
Sabato
Nuvoloso
6.11°C / 9.44°C
Domenica
Pioggia
7.22°C / 11.11°C
Lunedì
Parzialmente nuvoloso
3.89°C / 8.89°C
Sammaurese 2016 2017La Sammaurese è “made in San Mauro Pascoli”. Su 24 giocatori della rosa, undici arrivano dal paese pascoliano. Un caso pressoché unico in Romagna, rarissimo in Italia nella categoria della D. Un ago nel pagliaio reso ancora più prezioso se si pensa che stiamo parlando di un paese di 11 mila abitanti. Di certo una scelta dal sapore romantico, che mette insieme due filosofie in casa giallorossa: esigenze di bilancio e investimento nel settore giovanile. “Si tratta di un progetto iniziato sette anni fa in Prima Categoria, andato avanti nel tempo anche con il salire di livello – spiega Cristiano Protti, Presidente della società – Questo risultato è il nostro grande orgoglio per lo stretto legame della squadra con il paese, orgoglio anche per i ragazzi cresciuti con noi, alcuni dei quali oggi addirittura in serie D”.

Il risultato più vistoso lo troviamo nei classe 1998, da schierare per regolamento, con ben cinque giocatori in rosa rigorosamente “made in San Mauro”: Nicola Bertozzi, Patrick Giulianelli, Samuele Gobbi, Alberto Righini, Lorenzo Della Pasqua. A cui si aggiunge il portiere Klajdi Hysa classe 1999. Gli altri sammauresi doc sono Matteo Gaiani, Roberto Rosini, Alessandro Gobbi e Riccardo Paganelli. Ultimo “acquisto” Thomas Bonandi, la cui carta di identità presto recherà la scritta San Mauro Pascoli nella voce residenza. Addio invece per Marco Domeniconi che ha gettato la spugna dopo avere testato di persona la difficoltà di conciliare calcio, lavoro e famiglia.

“Su questa linea non vogliamo arretrare – prosegue Protti – D’accordo con il tecnico Stefano Protti che condivide il progetto, l’obiettivo è lanciare ogni anno un paio di nuovi ragazzi. Questo dà interesse e prospettive al nostro settore giovanile che oggi conta 220 bambini, luogo di crescita personale ed educativa. Lo so, siamo una mosca bianca nel panorama calcistico, ma questo non è certo un valido motivo per non continuare su questa strada”.

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);