Logo new 02

palloneBaldinini, Vicini e l’Ivas non corrono in soccorso del Cesena calcio. Chiamati in causa alcuni giorni fa dal sindaco di Cesena e dal Presidente della Provincia di Forlì-Cesena, insieme ad altri 40 imprenditori, i tre industriali erano stati convocati nell’operazione di salvataggio del Cesena calcio, per ripianare il buco di 2,4 milioni di euro per pagare stipendi, tasse e fornitori e non incorrere nella penalizzazione di due punti in classifica. All’invito però non hanno risposto, e nell’elenco delle 15 imprese che hanno dato il loro sostegno all’operazione salvataggio, mettendo mano al portafoglio, il nome dei tre imprenditori non c’è. Se è la prima volta che il nome di Giuseppe Zanotti viene accostato al mondo dello sport, diverso è il caso di Baldinini e dell’Ivas: il nome dell’imprenditore calzaturiero una decina di anni fa era circolato quale possibile acquirente del Cesena, mentre il Gruppo Ivas parecchi anni fa ha dato il nome alla squadra di baseball di Rimini.

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna