• Ultimo Aggiornamento: Mercoledì 30 Settembre 2020 - 13:02:01
Sanmauropascolinews.it

Sanmauropascolinews.it

Clear

13.33°C

Clear
Umidità: 89%
Vento: SW a 5.59 K/H
Venerdì
Molto nuvoloso
13.33°C / 23.89°C
Sabato
Acquazzoni
13.89°C / 20°C
Domenica
Parzialmente nuvoloso
12.78°C / 21.11°C

SAN MAURO PASCOLI – (8 Ottobre 2005) - Il cammino della Sammaurese marcia con passo deciso. Nelle ultime due giornate, i ragazzi del player-manager Gianni Sarpieri, hanno collezionato tre punti: una vittoria e una sconfitta. Grazie a questi risultati gli undici sammauresi hanno ottenuto di diritto la poltrona del terzo posto (alle spalle di Bagnacavallo e Massa Lombarda) assieme a Conselice, Ronta, Santa Sofia e Torconca, tutte appaiate a quota sette punti. La Sammaurese, inoltre, è anche il miglior attacco del campionato – in compagnia della capolista Bagnacavallo – con otto reti. La nuova stagione, pertanto, inizia con il piede giusto e dopo quattro giornate di campionato, è già possibile varare un piccolo bilancio: due vittorie, un pareggio, una sconfitta. Per una formazione che negli ultimi sette anni ha ondeggiato in Prima Categoria, non si poteva pretendere di più. Oggi la Sammaurese figura fra le prime della classe e il pubblico giallorosso non può che essere contento. I “ragazzi” giocano bene al “football”. Il mister è all’altezza dell’impegno e garantisce serietà ed efficacia. La società, che opera nel mondo del calcio dilettantistico da ormai vent’anni, è più che mai solida ed organizzata per vivere questa stagione in modo diligente. In sostanza, ci sono tutti gli elementi distintivi per affrontare una stagione alla grande. Chissà se il 30 aprile 2006, quando si giocherà la 15/esima ed ultima giornata di campionato, la Sammaurese (che giocherà in casa contro la rivale della passata stagione che ha lottato fino all’ultima gara per aggiudicarsi il torneo; Juvenes Dogana) non possa festeggiare un altro importante successo… Ma ad arrivare alla fine del prossimo Aprile, ci sono ancora tante sfide da argomentare: il cammino è lungo e bisognerà percorrerlo un passo alla volta. Il direttore sportivo del club giallorosso è soddisfatto dell’andamento della squadra, ma un “sassolino dalla scarpa” vuole rimuoverlo. “Il bilancio di inizio stagione – commenta Igor Campedelli – è indubitabilmente positivo. I punti che possediamo li abbiamo meritati sul campo. Per essere un po’ pignolo, però, devo ammettere una cosa: penso che la squadra abbia peccato di poca concentrazione. Abbiamo commesso alcuni errori che in Promozione si trasformano, spesso, in reti subite. La differenza che passa fra la Prima Categoria e i campionati di Promozione ed Eccellenza è questa. In Prima Categoria, se sbagli, non sei sempre punito. In Promozione, invece, gli errori li paghi e a caro costo.. Se è vero che siamo il miglior attacco del campionato assieme al Bagnacavallo, è altrettanto vero che siamo una delle difese più battute. Dobbiamo migliorare sotto il profilo psicologico”. Il Diesse, dopo aver “bacchettato” i suoi ragazzi, racconta quali possono essere le insidie della partita contro la capolista: “Il Bagnacavallo è una formazione solida. Ha disegnato una squadra per vincere questo torneo. Sarà indubbiamente una gara difficile, ma sono certo, che quest’anno, qualunque formazione venga nel nostro campo, avrà filo da torcere”. L’appuntamento con il prossimo match dei giallorossi romagnoli, dunque, è per domenica nove ottobre al comunale di via Monti, quando il team capitanato da Gianni Sarpieri, ospiterà l’attuale regina del torneo, Bagnacavallo. Un duello assai interessante dove i giocatori sammauresi saranno sottoposti ad un test che verificherà il reale potenziale del gruppo.  Lo stato di forma psico-fisico è buono. Dubbi solo su Neri e Tintoni che è appena rientrato dal viaggio di nozze (dalla redazione, i nostri sinceri auguri). La mentalità c’è! La convinzione dei propri mezzi – come amano spesso dire gli allenatori, ndr – anche.. resta da fare solo una cosa: scendere in campo e onorare la bandiera. Nel film diretto da Oliver Stone “Any Given Sunday” (Ogni maledetta domenica), l’interprete protagonista, Al Pacino – nel film è Tony D’Amato, allenatore degli Sharks –  disse ai suoi giocatori prima di farli scendere in campo per una sfida importante: “La vita è un gioco di centimetri e così il football! Perché in entrambi i giochi, la vita e il football,  il margine d’errore è ridottissimo”…  “In questa squadra si combatte per un centimetro, in questa squadra massacriamo di fatica noi stessi per un centimetro, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un centimetro, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei centimetri il totale farà la differenza tra la vittoria e la sconfitta, tra vivere e morire!”... “Ogni maledetta domenica si vince o si perde. Ma bisogna vedere se si vince o si perde da uomini”… (di Giusepe Gagliardi)

Pin It

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna