Sanmauropascolinews.it

Sanmauropascolinews.it

Molto nuvoloso

22.22°C

Molto nuvoloso
Umidità: 65%
Vento: S a 2.49 K/H
Giovedì
Temporali sparsi
16.11°C / 26.11°C
Venerdì
Temporali sparsi
16.11°C / 25.56°C
Sabato
Parzialmente nuvoloso
12.22°C / 18.89°C

longhi-imerito_1_80k_2SAN MAURO PASCOLI - Con un finale mozzafiato, il 22° Rally di San Crispino-1° Città di Gubbio ha espresso il suo verdetto: Piero Longhi-Maurizio Imerito e la Skoda Fabia Super 2000 (nella foto) si sono aggiudicati all'ultimissimo metro una gara inizialmente dominata da Paolo Andreucci e che a un certo punto era quasi nelle mani di Luca Rossetti. L'esperimento della manifestazione romagnola organizzata dalla Rubicone Corse - quello cioè di riportare i rally in provincia di Gubbio, su sterrati dove un tempo si disputava il Mondiale - è pienamente riuscito. Come hanno testimoniato le centinaia di appassionati accorsi per vedere i loro beniamini in azione sulle prove speciali di Gubbio (dopo una suggestiva partenza con tanto di sbandieratori), ma anche quelli che hanno riempito San Mauro Pascoli nel pomeriggio di sabato per accogliere i protagonisti al termine della corsa.

Hanno vinto, come si diceva, Longhi-Imerito e la Skoda, che sono però degli outsider nel Tricolore Rally, dove hanno debuttato a stagione già ampiamente avviata. All'inizio hanno dominato Paolo Andreucci e Anna Andreussi, ma quando l'equipaggio della Peugeot Italia ha avuto un problema ai freni, dovuto a un sasso che aveva tranciato un tubo dell'impianto, al comando sono balzati Luca Rossetti e Matteo Chiarcossi con la Grande Punto. Pareva tutto deciso, perché mancava ormai un solo tratto cronometrato alla fine, ma proprio in questo l'equipaggio dell'Abarth incappava in una foratura che gli costava una cinquantina di secondi e lo relegava in terza posizione. Dietro all'incredulo, seppur meritevole, Longhi ed al rimontante Andreucci. Con la quarta posizione, lontano dai primi, il leader del Tricolore Travaglia ha mantenuto il primo posto in campionato, anche se adesso è a pari punti con Andreucci. A quattro lunghezze segue Rossetti. Poca fortuna per gli equipaggi romagnoli, con Andrea Navarra solo undicesimo tra forature e uscite di strada e Simone Campedelli, al volante della Mitsubishi Lancer della Rubicone Corse buon ottavo ma non del tutto soddisfatto del risultato, nonostante la più che qualificata concorrenza.

Pin It