Logo new 02

SAN MAURO PASCOLI – (4 Maggio 2006) - Sabato 29 aprile 2006 rimarrà una data storica per l’A.S. Atletico San Mauro. La giovane società sammaurese, fondata nel 1999 da Stefano Scardavi, Stefano Mazzotti, Luca Lucarelli, Luca Donati e Marcello Donati, ha raggiunto, dopo uno spareggio al cardiopalmo, il suo primo storico obiettivo: la promozione in Seconda Categoria (nella foto i festeggiamenti). La tanto sospirata promozione è arrivata dopo un campionato intensissimo culminato all’ultima giornata con l’aggancio in vetta della Polisportiva Aurora che aveva condotto il torneo fin dalla prima giornata. Le due squadre avendo terminato il campionato a parità di punti hanno dovuto disputare una partita di spareggio per stabilire quale delle due sarebbe stata promossa direttamente in Seconda Categoria. La partita si è svolta sabato scorso al comunale di Borello ed è stata vinta dall’Atletico San Mauro per 4 a 2 ai calci di rigore dopo che i tempi regolamentari e supplementari erano terminati sullo 0-0. Fondamentale è stata l’ultima parata del portiere Fabrizio Marconi, detto “Zenga”, che ha regalato la vittoria alla compagine sammaurese. Per il presidente Stefano Scardavi e il Vice presidente Luca Lucarelli “l’annata è stata straordinaria. Abbiamo inseguito per tutto il campionato e alla fine siamo stati premiati grazie alla nostra tenacia. Non poteva terminare meglio. Vincere ai rigori è una grande emozione. Ora ci aspetta un campionato di Seconda Categoria che sarà molto più impegnativo e che affronteremo con impegno e programmazione. La società è cresciuta grazie all’ingresso del nostro responsabile tecnico Stefano Manzi, Thomas Maestri e di altre persone. Questo ci consentirà di portare avanti i nostri progetti in modo migliore, non ultimo la creazione di un settore giovanile”. Per il Team Manager Stefano Mazzotti “il frutto di questo risultato è dovuto al lavoro svolto dalla società in questi tre anni ed all’importante contributo dell’allenatore Angelo Lasagni che ha saputo costruire un gruppo di ragazzi compatto e affidabile. Un ringraziamento anche ai singoli giocatori che ci hanno regalato una gioia immensa. Di certo questa promozione rimarrà storica per come è avvenuta. E pensare che a metà campionato avevamo 10 punti di distacco dall’Aurora”. Anche per Stefano Manzi “la programmazione, insieme ad un pizzico di fortuna, ha portato al risultato sperato. La società aveva programmato di salire di categoria in tre anni e così è stato”. Ora il via ai festeggiamenti.

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna