Logo new 02

campo_sportivo.jpgSAN MAURO – Parafrasando il celebre film “La messa è finita” di Nanni Moretti, per il San Mauro Mare calcio si potrebbe dire che “la pacchia è finita”. Perché la principale fonte di incasso che teneva finanziariamente in piedi la società calcistica è risultata non a norma. Si tratta dei cartelloni pubblicitari a ridosso dell’Ipermercato Romagna Center, punto strategico di visibilità per chi voleva far conoscere la propria azienda o il proprio marchio, visto il notevole passaggio di auto e persone. Ebbene, questi cartelloni, dopo un esposto presentato dall’associazione Puri (associazione in difesa delle famiglie che hanno avuto un lutto negli incidenti stradali), sono risultati non a norma, sanzionati dalla polizia municipale dell'Unione del Rubicone, per un importo di circa 20 mila euro. Complessivamente sono state elevate 51 multe di circa 400 euro ciascuna, determinando così la cifra di 20 mila euro. Per legge la società ha a disposizione 60 giorni di tempo per pagare l’ammenda. Il presidente della società, Daniele Pompili, ha chiesto un incontro con il sindaco Miro Gori per vedere come affrontare la vicenda. Per ora rimangono certe due cose: prima di tutto che la principale fonte di introito della società sportiva è venuta meno; in secondo luogo che malgrado l’imponente ammenda, quei cartelloni portavano nelle casse della squadra qualcosa superiore ai 100 mila euro e che quindi la multa non ha inciso che di 1/5 sui “favolosi incassi”.

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna