Sanmauropascolinews.it

Sanmauropascolinews.it

Limpido

0°C

Limpido
Umidità: 70%
Vento: W a 6.84 K/H
Giovedì
Parzialmente nuvoloso
-2.22°C / 7.78°C
Venerdì
Molto nuvoloso
1.67°C / 7.78°C
Sabato
Pioggia
1.67°C / 10°C

CLASSE 1^ -  ANNO  SCOLASTICO 1979-80
CLASSE 1^ - ANNO SCOLASTICO 1979-80

 

Ecco ci siamo, siamo di fronte all’albergo dei sogni belli, è buia la sera è non è che ci si veda molto bene, la luce all’interno dell’ingresso è fioca, ci sembra però che non si presenti molto bene, i muri sono vecchi e crepati e nella minuscola saletta della reception regna la massima confusione con tanta, tanta sporcizia.

 Ma è solo la sensazione di un momento, poiché, come d’incanto, ci ritroviamo in un meraviglioso soggiorno pieno di quadri d’autore sulle pareti, di tappeti orientali sul pavimento di marmo e di sontuosi lampadari di vetro di Murano pendenti dal soffitto affrescato da grandi artisti.

 È  l'inizio del sogno e così, un cameriere, che a noi appare elegantissimo, ma che in realtà era assai malvestito con dei jeans sdruciti, ci conduce, passando lungo corridoi in morbida moquette, in camere del tutto degne di accogliere una coppia di sovrani. In effetti si trattava di corridoi pieni di polvere e immondizia e di camere entro le quali in condizioni normali neanche si sarebbe potuto pensare di alloggiare.

 La sala da pranzo e la cena servita da una folla di camerieri in guanti bianchi e uniformi elegantissime, non si possono descrivere tanta è la magnificenza, le portate  sono interminabili e succulente, servite in piatti decorati in oro con servizi di posate di argento puro e calici di fine cristallo di Boemia.

 Un vino degno degli dei delizia le nostre gole  rendendoci altamente euforici e il tutto accompagnato da dolcissime melodie che un’orchestra di musici esegue solo per noi.

 Cose del genere le avevamo viste solo in qualche film girato nelle regge dei Re, a nessuno di noi era mai capitata un’esperienza del genere, questa l’avremmo senz’altro ricordata per tutta la vita se… fosse stata vera.

  Il fatto tragico e reale invece, è che stavamo cenando con un panino alla mortadella e per giunta neanche fresca, il tutto annaffiato con acqua di rubinetto dal disgustoso sapore di cloro, ma al momento lo ignoriamo.

  Soddisfatti e felici oltre ogni limite, ci avviamo verso le nostre lussuose camere e sdraiati negli accoglienti lettoni prendiamo immediatamente sonno, un sonno popolato da sogni così belli, ma così belli, che nessuno avrebbe voluto risvegliarsi.

  In quella notte e in quei sogni, ciascuno di noi realizzò il più profondo e segreto dei propri desideri. Fu così che…

Denis, sognò di diventare un calciatore eccezionale e di realizzare valanghe di goal in tutti gli stadi del mondo;

Morvan di essere un grande poeta le cui poesie commuovevano folle di lettori e di vincere il premio Nobel per la Letteratura;

Francesco di stampare il suo libro di fantascienza e venderne migliaia e migliaia di copie;

Carla di tenere un applauditissimo concerto di pianoforte alla Scala di Milano;

Silvia di possedere due nuovi piedi, aggraziati come quelli di Cenerentola;

Aldo di crescere e crescere fino a diventare un fusto di un metro e novanta;

Marisella potè finalmente andarsene da casa e girare il mondo da sola;

Morena riuscì a scrivere pagine e pagine di quaderno a righe senza neanche un errore;

Daniele salì a bordo di una Ferrari e divenne pilota di Formula 1;

Luca era un portiere insuperabile e riusciva addirittura a volare da un palo all’altro della porta;

Mirco possedeva una garage pieno di biciclette nuove da corsa e poteva scegliere a suo piacere;

Graziella era tornata finalmente figlia unica, il fratellino non c’era più;

Brigida riceveva le attenzioni di tutti che la cercavano come fosse l’unica regina;

Mauro aveva tanti compagni di gioco che obbedivano ciecamente ai suoi ordini;

Fabio era un grande ballerino e le ragazze si litigavano per ballare con lui;

Loredana si ritrovò con un fratello così buono e gentile che non c’era più alcun bisogno di litigarsi;

Severina andò ad abitare vicino a Silvia e così per tutto il giorno poteva giocare con lei;

Maurizio era un grande pittore e i suoi quadri esposti in tutti i più importanti Musei;

Andrea fu circondato da amici gentilissimi che lo ascoltavano e che erano sempre d’accordo con lui;

Elisabetta se ne stava tutto il giorno a spasso con le amiche e a badare i suoi fratellini ci pensava sua mamma;

Stefano era diventato una personalità importantissima e quando parlava lui, tutti ascoltavano in silenzio;

anche il maestro sognò, aveva scritto libri sulla fantasia e tutti lo cercavano per farsi insegnare i suoi segreti.

  Una musica celestiale ci risveglia ed una voce carezzevole proveniente da chissà dove ci augura il buongiorno e gentilmente ci informa che sono le otto, che la colazione ci attende e che la giornata è bellissima.

  Scendiamo lungo le pompose scale con aria beata e soddisfatta, la colazione è fantastica, c’è di tutto e di più, riempiamo gli stomaci di quelle delizie fino a non poterne più convinti che in questo modo non avremmo avuto più bisogno di cibo per tutto il resto della giornata.

  Ci siamo accorti solo più tardi dell’inganno, quando, appena un’ora dopo essere ripartiti, incominciamo ad avvertire i morsi della fame ed allora, come una nebbia che si dirada, il nostro cervello torna alla realtà e ricordiamo ogni cosa, anche che non siamo stati svegliati con tante gentilezze, ma con un calcio nella porta ad opera di un cameriere sgarbato e che la colazione è stata una tazza di caffelatte freddo e senza zucchero e il pane così duro che neanche inzuppato si riusciva ad ingoiarlo e per di più fuori piove, ma la corriera della fantasia prosegue imperterrita nel nostro sogno collettivo.

 (Continua)

Pin It

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Stanno lavorando per noi

Pubblicato il 14.01.2021 - Categoria: Vignette

Stanno lavorando per noi

Pubblicato il 14.01.2021 - Categoria: Vignette

ULTIMI COMMENTI