Logo new 02

logo_an.jpgSAN MAURO PASCOLI – Riceviamo e pubblichiamo dal Circolo di Alleanza Nazionale di San Mauro a firma del Presidente Luca Lucarelli.

«Avevamo già sottolineato il rischio che con i lavori di riqualificazione del centro storico si potesse determinare una diminuzione del numero dei parcheggi. Ma ciò che ci sconcerta di più è che a distanza di tre mesi dalla pomposa presentazione del progetto la giunta comunale abbia apportato modifiche tali da dimezzare il numero dei posti auto in via Guidi che andranno così ad aggiungersi a quelli di via Garibaldi.

Ci chiediamo come sia possibile modificare in peggio il progetto a distanza di soli tre mesi. Forse nella serata della presentazione si volevano semplicemente tranquillizzare i commercianti del centro storico già sapendo che si sarebbe poi provveduto al taglio dei posti. Eppure fu proprio l’assessore Buda che in sede di presentazione affermò che “L’intervento del secondo stralcio prevede il mantenimento dell’attuale viabilità (ad eccezione di un solo senso unico in un breve tratto tra le vie Garibaldi e Matteotti), così come il mantenimento degli attuali standard di parcheggi pubblici, che in alcune vie saranno disposti anche a “pettine”, garantendo che il numero dei posti auto non sarebbe diminuito. Parole smentite in questi giorni da quando alcuni commercianti e la Confcommercio hanno sollevato la questione senza trovare risposte da parte dell’amministrazione comunale.

A nostro parere non si può riqualificare il centro storico penalizzando le attività commerciali togliendo parcheggi a meno che, con tale mossa, si vogliano favorire altre zone del paese come ad esempio il comparto del Mulino sul quale l’amministrazione comunale ha “investito” molto in termini di immagine e di successo.

Per noi il centro storico è il cuore del paese, è il luogo in cui, attraverso la presenza delle attività commerciali, la comunità si incontra e si scambia la ricchezza prodotta. Se invece si vuole che il nostro centro diventi un “salotto” desolato allora si tolgano pure i parcheggi e si penalizzino i commercianti, anche perché  Chiediamo che l’amministrazione, la quale ancora una volta ha agito senza coinvolgere i diretti interessati, ci ripensi visto che è ancora possibile tornare indietro;  altrimenti si rischia di compromettere in modo irreversibile il futuro sviluppo commerciale del centro di San Mauro.»

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna