Logo new 02

logo_anSAN MAURO PASCOLI – Riceviamo e pubblichiamo la presa di posizione del Circolo di Alleanza Nazionale di San Mauro in merito al progetto di riqualificazione del centro storico.

«Premesso che la riqualificazione del nostro centro storico era indispensabile visto il degrado in cui versano i marciapiedi e le strade lungo via Garibaldi, Serra e Guidi, vogliamo anche esprimere alcune perplessità sul progetto presentato martedì sera dall’amministrazione comunale alla sala Gramsci. Innanzitutto notiamo come il costo dei lavori sia passato dagli iniziali 400 mila euro agli attuali 500 mila finanziati con l’ennesima accensione di mutui per 350.000 euro. Inoltre essendo in centro storico non abbiamo ancora chiaro se il numero dei parcheggi, con i lavori di riqualificazione, sarà potenziato oppure diminuito visto che una parte di posteggi di via Garibaldi sarà eliminata e che i posti auto in via Serra sono prevalentemente utilizzati dai residenti. Questa è una risposta chiara che va data ai commercianti della zona i quali devono vedersi tutelare i propri investimenti.

Anche la riqualificazione della piazza della Madonna, che sarà giustamente intitolata a Don Luigi Reggiani, non ci vede particolarmente entusiasti. Visto che il Sindaco Gori ha parlato di “identità” sottolineiamo come la scelta di utilizzare il legno invece della pietra non corrisponda affatto all’ identità di San Mauro Pascoli visto che il nostro è un paese dell’entroterra e il legno, semmai, andrebbe utilizzato a San Mauro Mare. Inoltre la collocazione di pali di legno lamellare alti 6 metri ci appare una forzatura, completamente slegata dal contesto del centro storico, che rischia di fare della piazzetta un luogo chiuso dove la statua della Madonna perderebbe la sua centralità.

Per il verde pubblico è giusta la scelta di sostituire i pericolosi platani, vorremo che ciò avvenisse anche per i pini marittimi in molte parti del paese, con piante più basse mentre per l’illuminazione pubblica sarebbe stato davvero innovativo pensare alla possibilità di installare lampioni ad energia solare i quali, nel tempo, consentono un risparmio di energia per il comune; anche i percorsi pedonali dovranno essere fruibili da carrozzine e portatori di handicap utilizzando tutti gli spazi necessari.

Nel corso dell’incontro è tornata alla ribalta la proposta di fare di Via Matteotti e di via XX Settembre una strada a senso unico. Esprimiamo fin da ora tutta la nostra contrarietà a qualsiasi progetto che tenda a chiudere le vie di accesso al centro del nostro paese visto che ciò favorirebbe indubbiamente gli ipermercati i e la grande distribuzione a discapito dei nostri commecianti.»

Il Presidente del circolo Luca Lucarelli

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna