Logo new 02

Logo new 02

TuttiXSanMauro logoLe carte in tavola non le abbiamo cambiate noi. Altri lo hanno fatto e stanno raccontando fatti che non collimano con la realtà”. E’ netto il messaggio lanciato sulle colonne del Corriere Romagna dagli esponenti della lista TuttiXSanMauro (nella foto i candidati nelle elezioni nel 2014), in questi giorni nell’occhio del ciclone per il mancato accordo con la lista di centrodestra di Nicola Rossi. La lista civica capitanata da Matteo Pollini parla di un percorso condiviso due anni fa con Nicola Rossi e filato liscio come l’olio fino a quando lo stesso Rossi decide di aprire le porte ai partiti di centrodestra. Scelta difficile da digerire per un gruppo che ha fatto del “civismo” il suo tratto distintivo.

Eppure qualcosa si muove lo stesso: “Nei primi incontri con esponenti locali di Lega e Forza Italia – raccontano sul quotidiano - quei partiti si dicono disponibili a fare un passo indietro e trovare una condivisione su una lista civica sul candidato Rossi. L’accordo pare fatto, sino quando si affaccia Jacopo Morrone, coordinatore provinciale della Lega, che impone la presenza di esponenti del suo movimento nella lista, così come il simbolo. Il suo diktat è il seguente: la Lega da sola vale il 30%, quindi deve esserci. In sostanza cambia completamente le carte in tavola. Partono nuovi incontri, e dopo un nostro dibattito interno, decidiamo di aprirci su un fronte: ok alla presenza dei partiti di qualunque area purché in una lista fresca, senza esponenti con un passato politico, né tanto meno con due legislature alle spalle. Ci viene risposto di no. Evidente che non siamo stati noi a cambiare le carte in tavola ma altri, imponendo personaggi di partito e impresentabili”.

TuttiXSanMauro nel frattempo, a inizio anno, decide di annunciare la presenza alle prossime elezioni comunali per proseguire il progetto politico. “A stopparci però è lo stesso Rossi il quale chiede tempo per arrivare a un accordo, sperando di convincere la Lega a fare un passo indietro. Cosa che non avviene e così annuncia la sua candidatura insieme ai partiti di centrodestra. Evidente in questo contesto, l’impossibilità di una convergenza con noi”.

TuttiXSanMauro non si tira indietro a un accordo in extremis con Nicola Rossi ma alle condizioni sempre presentate: “Siamo disponibili a una riunione anche se i partiti rimangono, imprescindibile che si ragioni su candidati nuovi, freschi, senza due legislature alle spalle”.

In caso contrario il movimento civico andrà avanti per la propria strada, presentando nei primi di maggio la lista e programmi alle comunali.

Pin It

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna