Logo new 02

Antonio PianiRiceviamo e pubblichiamo questo articolo di Antonio Piani del Comitato Renzi di San Mauro Pascoli sulle ragioni del Sì al referendum sulla fusione.


Quando nel settembre del 2012 Damiano Zoffoli mi propose, vista la mia patologica ossessione per Matteo, di costituire un comitato Renzi a San Mauro Pascoli, rimasi un pò perplesso:fino a quel momento, la politica militata, così come veniva proposta da tutti i partiti ma soprattutto dal mio PD, la consideravo un giochino più grande di me (pensiero ancora oggi presente in me).
Però è bastato che leggessi i 10 punti del programma di Matteo che non ci ho pensato due volte e, seppur con fatica, vista la mia realtà politica locale, legata essenzialmente ad un modello che io avevo battezzato bersanian-apparatocratico, con altri 9 amici costituimmo il nostro comitato locale.
Di strada in pochi mesi ne abbiamo fatta, prendendoci anche qualche soddisfazione, anzi parecchie!
Ho accennato ai punti del programma di Renzi, che nel volantino erano chiamate "10 mosse per cambiare l'Italia", perchè sono stati lo spunto che ci hanno convinto ad appoggiare il SI alla fusione.
Sono e rimarrò sempre convinto che in un referendum la politica non ci dovrebbe mettere becco nella fase dibattitoria: il referendum rispetto ad una normale tornata elettorale deve rimanere solo un momento personale e libero del cittadino e pertanto la nostra scelta di schierarci potrebbe per molti dare del paradossale.
Ma non è così!!
Questo perchè il lavoro che il mio comitato sammauresee sta facendo in questi mesi sta andando oltre l'aspetto puro della politica: abbiamo dichiarato "in casa nostra" la volontà di riprenderci il territorio attraverso un'opera di ricambio nelle idee e nelle facce, lavorando vicino al cittadino e puntando in futuro su progetti ed idee che non devono avere colore politico, perchè coinvolgono tutti e non una "parte colorata"!
Una operazione che ha già portato i primi frutti: i giovani incominciano a riavvicinarsi o ad avvicinarsi per la prima volta al vero concetto di politica ,alla politica bella, quella per cui diventi orgoglioso di te stesso nel momento in cui sai che quello che fai è volto all'interesse della collettività, mettendosi al suo servizio.
E quindi, tornando al referendum sulla fusione, nei 10 punti "renziani", abbiamo trovato tante convergenze verso il progetto fusione tra i nostri due comuni: con un comune più popoloso, grazie ad una maggior forza contrattuale nei tavoli di trattativa e agli oltre 16.000.000 di Euro di contributi regionali e statali, potrebbe finalmente realizzare, con una buona amministrazione (e questo lo decideranno i cittadini alle prossime amministrative del 2014) questi punti.
Dalla riduzione dei costi e aumento in efficienza e trasparenza nella Pubblica Amministrazione, alla riduzione della pressione fiscale, dagli investimenti sulla scuola alla valorizzazione dellacultura e del turismo, da uno welfare all'altezza del territorio, soprattutto nel socio-sanitario al potenziamento dei trasporti urbani e ferroviari fino all'ambiente e alle nuove tecnologie informatiche.
Tanti punti, per i detrattori della fusione tanti sogni, ma come diceva William Butler Yeats " Il mondo visibile non è più una realtà e il mondo invisibile non è più un sogno.
E per noi il futuro non deve rimanere invisibile e con tanta volontà è arrivata l'ora di riprendersi il futuro, Adesso!

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna