Logo new 02

ErraniErrani vince ma non convince. Primeggia in fatto di voti (47%), ma rispetto a cinque anni fa perde ben 13 punti. E’ questo l’esito delle regionali a San Mauro che hanno evidenziato anche altri tre dati: un altissimo astensionismo di cui si è già detto; una poderosa avanzata dal Movimento di Beppe Grillo che porta a casa il 7.5%; il ritorno alla supremazia del centrosinistra (46,6%) sul centrodestra (43,2%), dopo il sorpasso delle europee.

 

Per quanto riguarda i candidati, da registrare il 41,7% della Bernini e il 3,7% di Galletti dell’Udc. Sul fronte dei partiti, primeggia il Partito Democratico col 36,3% (in crescita di ben 6 punti rispetto alle europee dell’anno scorso), seguito dal Pdl col 28,1% (in calo di oltre 3 punti), terza la Lega col 15,1% (in crescita di quasi 2 punti). A seguire il Movimento Cinque Stelle di Grillo (6,5%), l’Italia dei Valori con 5,6% (in calo di oltre 1 punto), infine pressoché stabili Rifondazione comunista col 3,7% e l’Udc al 3,6%.

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna