Logo new 02

GianvitoRossiDalle passerelle dell'alta moda alla polvere di tracciati impervi. La distanza è tanta, il denominatore comune: Gianvito Rossi. Figlio del celebre stilista Sergio Rossi, Gianvito è cresciuto a pane, scarpe e passione per l'auto. Ma non una passione qualsiasi, bensì per le gare di velocità. Fuoco di lunga data riattizzato in questi giorni con la New Media Group di Santarcangelo. Ha infatti firmato un contratto che lo metterà al volante di una Bmw nel campionato tedesco che si articola in dieci gare tutte organizzate sul prestigioso circuito di Nurburgring. Il via è il 27 marzo prossimo.

 

“Sono tornato a correre perchè mi mancavano le gare – ha detto Gianvito al Carlino - Ho pensato: o adesso o mai più. La mia prima corsa risale a quando avevo vent'anni. Ho corso per una quindicina nei anni rally a livello locale e nazionale, sempre amatoriale. Quelle corse sono rimaste fra i miei ricordi più belli in assoluto, li rimpiango. Poi sei anni fa ho deciso di smettere. Era mia intenzione gareggiare a un livello superiore, però sarebbe stato molto impegnativo e mi avrebbe richiesto molto tempo. La voglia di correre in pista, però, l'ho sempre avuta, mi è sempre rimasta nel cuore, ma i circuiti che abbiamo in Italia non mi interessavano molto. Cosi si è presentata l'occasione di correre su un circuito prestigioso come il Nurburgring e ho stipulato un accordo con la New Media Group. Correrò in coppia con Edo Varini, pilota 47enne originario di Modena e residente in Romagna, esperto di quel tracciato dove ha già gareggiato l'anno scorso. Mi sto preparando fisicamente in palestra e attendo con ansia di tornare in pista”.

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna