Logo new 02

Scarpa 86 GiardulloFiera di San Crispino, appuntamento con le calzature. Tra le tante iniziative il Cercal, la Scuola Internazionale di calzature, apre le proprie porte ai visitatori con gli open day, dove sarà possibile partecipare a lezioni gratuite e conoscere la scuola da vicino.

Oltre al Cercal, in piazza Mazzini sarà presente un’altra scuola, l’Istituto Professionale Industria Artigianato Calzaturiero Abbigliamento Marie Curie di Savignano sul Rubicone. L’Istituto presenterà “La vocazione artigianale nella scuola”, mostra dei progetti degli studenti.

Sempre in piazza Mazzini, anche quest’anno, torna “Me Banchet”, uno stand dedicato al lavoro dei calzolai sammauresi d’una volta: un affettuoso omaggio ad un’abilità da trasmettere alle nuove generazioni ad opera dei ciabattini storici di San Mauro.

Per il sesto anno, negozi ed attività del centro storico ospiteranno la mostra itinerante “Il Museo che non c’è”, curata da Salvatore Giardullo, esperto e docente del Cercal, che quest'anno sarà realizzata in collaborazione con il Cercal e dedicata ai progetti del concorso “Un talento per la Scarpa” promosso da Sammauroindustria. Sempre Giardullo in Piazza Mazzini curerà lo stand “Gioielli di Calzature”, creazione, riparazione di calzature maschili insieme ai maestri calzolai Nunzio Manzolillo, Walter Buratti e la partecipazione di alcuni ospiti che hanno valorizzato l'arte calzaturiera di San Mauro.

La calzatura sammaurese e la sua storia sarà protagonista anche nella quinta edizione de Il Cantiere Artistico-Labirinti, l'esposizione dedicata all'arte contemporanea che troverà spazio nei locali dell'ex Mir Mar, il primo stabilimento calzaturiero di dimensioni industriali di San Mauro Pascoli.  Cristina Savani cura infatti la mostra documentaria Felice Savani, Scarpe e non solo. Gli anni del boom a San Mauro – 1961/1989. Felice Savani, stilista, rappresentante, uomo prodotto, raccontato attraverso fotografie, disegni, calzature ed altri accessori. La sua collaborazione con numerose aziende sammauresi ha contribuito alla crescita della calzatura , dall'artigianato degli anni '50 all'industria fiorente degli anni '80.

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna