Sanmauropascolinews.it

Sanmauropascolinews.it

Clear

16.67°C

Clear
Umidità: 83%
Vento: E a 3.73 K/H
Giovedì
Soleggiato
15°C / 27.78°C
Venerdì
Soleggiato
17.22°C / 30°C
Sabato
Temporali sparsi
19.44°C / 31.67°C

torreUn viaggio in danza nella poesia di Pascoli. Lunedì 23 luglio alle ore 21,15 alla Torre (Villa Torlonia) andrà in scena “...sotto le stelle, il libro del mistero”, progetto-spettacolo dell' Associazione Culturale Romagna Danza in collaborazione con la Fondazione Nazionale della Danza, il patrocinio di Alma Mater Studiorum Bologna, con la regia di Arturo Cannistrà.

 

La poesia e la danza sono le due sorelle più vicine tra le arti. Il progetto “Leggere per ballare” che si incentra sulla poesia di Giovanni Pascoli si inserisce dunque in una tradizione duratura e vivissima di incontro tra il movimento delle parole con ritmo e il mondo della danza. L’incarnarsi della parola poetica, in chi ne fa vera esperienza, è un’arte di composizione dove convergono e si alimentano elementi di senso, di ritmo e di fisicità non solo vocale. Basta leggere le testimonianze sulla nascita del verso di grandi poeti come Ungaretti e Pavese per notare quanto il corpo, la fisicità e addirittura il passo divengono elementi fondamentali. Del resto la misura ritmica –oggi come ieri- della poesia (il “piede”) riprende nel lessico stesso l’affinità con la danza. Non c’è poesia senza ritmo, per quanto occulto o liberamente reinterpretato secondo le acquisizioni della lingua e della poesia contemporanee. Pascoli è poeta sorgivo per tutta la poesia più viva oggi. La sua libertà e verticalità di ispirazione, il suo inesauribile e vivacissimo senso del mistero, ci hanno donato movimenti di poesia e doni straordinari. L’accostamento con le invenzioni coreografiche e musicali e con il repertorio studiato per questo spettacolo di giovani sono un omaggio e un’occasione preziosa di scoperta. Questo viaggio in danza nella poesia di Pascoli è certo uno dei modi più intelligenti e aperti per ricordare in modo non retorico il suo dono di poesia a cento anni dalla morte.

Pin It