Logo new 02

casa_pascoli_1SAN MAURO PASCOLI - Visitare casa Pascoli accolti da un illustre personaggio: il poeta. No, non è uno scherzo è l'iniziativa promossa dal Museo di Casa Pascoli in collaborazione con tre attori del nostro territorio (Marco Brambini, Emanuela Frisoni, Paolo Summaria). Insieme per un progetto dal significativo titolo "Benvenuti in casa Pascoli, Giovannino al momento non c'è...". L'iniziativa, che si rivolge agli alunni delle scuole elementari e medie, ha già visto l'adesione delle scuole primarie di San Mauro, Gatteo, Cesenatico, Rimini e Villa Verucchio. Domenica 1 marzo alle 17.30 lo spettacolo sarà aperto al pubblico previa prenotazione obbligatoria (Emanuela Frisoni tel. 348-2488139).

"L'intento dell'iniziativa è quello di far conoscere il poeta da un'ottica diversa, utilizzando la recita-spettacolo quale strumento di comunicazione verso le giovani generazioni - spiega Rosita Boschetti, curatrice di Casa Pascoli - L'enorme produzione poetica è solo in minima parte conosciuta ed apprezzata dagli alunni delle scuole (elementari e medie) e nella maggior parte dei casi la semplice lettura della poesia non è sufficiente per suscitare quelle emozioni e sensazioni tali da coinvolgerli e consentir loro di apprezzare al meglio il messaggio poetico (un messaggio di pace che esalta la bellezza del mondo e della natura)". Da qui questa iniziativa, singolare nel modo di comunicare Pascoli. Gli studenti, appena entrati nella sua casa natale, infatti, vengono invitati a seguire un percorso all'interno della casa, trovandosi improvvisamente catapultati negli anni settanta dell'Ottocento, quando Giovanni, studente a Bologna, ancora frequentava la casa e veniva accolto dalla dolce domestica Bibbiana e dal "piccolo padre" Giacomo. Poesie, azioni sceniche, provocazioni artistiche e stimoli didattici fanno da guida alla visita. "In altre parole il museo si spoglia dei tradizionali abiti per indossarne altri più vicini ai gusti dei giovani - prosegue la Boschetti - sperimentando un nuovo modo di far rivivere la poesia pascoliana proprio all'interno dell'ambiente in cui è nata e, allo stesso tempo, evocando il mondo quotidiano del giovane poeta, con i suoi affetti, le sue emozioni e i desideri, avvicinandolo così ai giovani d'oggi". L'obiettivo di lungo periodo è quello di proporre questo particolare tipo di visita teatralizzata anche agli adulti, magari nel corso di alcune domeniche pomeriggio.

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna