Logo new 02

pedalòDato per morto e sepolto più di una volta per l’arrivo dei mezzi meccanici, non solo è rimasto a galla ma ha preso il mare aperto soprattutto quelli esteri. È il pedalò che a San Mauro ospita un’azienda che esporta in tutto il mondo: il Cantiere Nautico Adriatico in via Cagnona Nuova. “Li vendiamo anche negli Emirati Arabi, ai Caraibi e negli Stati Uniti –ha detto al Corriere di Bologna Gianluca Bracci - In Europa vanno quelli ‘Gran turismo’, più confortevoli e zavorrati, adatti a una piccola escursione familiare nei laghi di Austria, Germania e Francia. In Italia vendiamo di meno, la cosiddetta legge Bolkestein ostacola i noleggiatori di pattini a pedali nell’acquisto dei mezzi”.

L’azienda produce sofisticati catamarani, derive, canoe, ma non abbandona il tradizionale pedalò che ha conosciuto un vero e proprio boom negli anni ’80. “In quegli anni hanno sostituito i vecchi mosconi nel divertimento in mare, e così nel decennio successivo abbiamo assistito a un boom di vendite. Poi dopo una breve flessione, all’inizio degli anni zero, abbiamo ricominciato a venderli, migliorandoli con l’inserimento di giochi come scivoli o dettagli accattivanti come il volante, inserito al posto del timone”.

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna