Logo new 02

Gimmi Baldinini 2016Asta deserta? “Perché stupirsi, solo un pazzo potrebbe fare un’offerta di quel genere visto quello che c’è scritto nello statuto”. A dirlo è il diretto interessato nella vicenda, Gimmi Baldinini, ai “microfoni” del sito specializzato laconceria.it. L’imprenditore non usa mezze misure di fronte all’assenza di offerte per acquistare il 60% del suo calzaturificio, con una base d’asta che partiva da 28,2 milioni di euro, nell’ambito del concordato preventivo di Antichi Pellettieri, in liquidazione dal 2014 dopo essere stata coinvolta nel fallimento del Gruppo Mariella Burani.

L’imprenditore sammaurese fa riferimento all’articolo 14 dello statuto aziendale, secondo il quale ogni decisione dell’assemblea dei soci deve essere presa con una maggioranza dei due terzi del capitale, per cui resta fondamentale il suo voto, visto che detiene il 40% del capitale. Nello stesso articolo Baldinini, si dice certo di “non ricevere offerte prima della seconda asta e rispedisce seccamente al mittente una eventuale modifica dello statuto”. Nessuna traccia invece di un suo possibile coinvolgimento finanziario per riacquistare la restante quota parte dell’azienda, ipotesi che lui stesso aveva ventilato alcuni messi fa. 

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna