Logo new 02

colonna - in magazine“È inutile girarci attorno. Per un comparto come il nostro è fondamentale la ripartenza dell'edilizia. Ed è necessario che le istituzioni si muovano al più presto”. Queste le parole di Werther Colonna del Gruppo Ivas al Sole 24 ore di alcuni giorni fa. L’azienda sammaurese, 125 dipendenti e un giro d’affari di 37 milioni di euro, ha lanciato l’allarme di un settore, quello legato all’edilizia, in fase di stallo non solo a livello nazionale. Il mercato ha perso nell'ultimo anno il 20 per cento. A salvarsi sono solo le aziende che guardano oltreconfine, scelta questa che non può essere valida tout court. “Il settore pitture e vernici per l'edilizia è particolarmente rivolto al mercato domestico: unico spazio per export è nel ‘decorativo’, è un'eccellenza del made in Italy ancora non sviluppata ma sulla quale deve investire”. A ogni modo, diventa inevitabile la richiesta di interventi al nuovo Governo, “cui chiediamo di spingere sul recupero del patrimonio edilizio esistente. Se solo si puntasse a raggiungere i risultati di Kyoto 2020 saremmo tranquilli”. Infine, un pensiero agli istituti di credito, in nome della “necessità che le banche tornino a fare il loro mestiere”.

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna