Logo new 02


 

SAN MAURO PASCOLI - (24 febbraio 2005) – I sindacati regionali del tessile (Femca-Cisl, Filtea-Cgil, Uilta-Uil) hanno scritto al sindaco di San Mauro lanciando l’allarme sulla crisi del settore. Motivo? In 13 anni, 25 mila posti di lavoro sono spariti, con un trend che si è aggravato negli ultimi tre-quattro anni. E questo in un settore moda che in Regione conta nel confezionamento finale dei prodotti, 8.270 aziende e 52.400 occupati (fra cui il 70% della forza lavoro femminile in regione), a cui vanno aggiunti altri 25 mila addetti delle imprese di subfornitura (molte sparse in altre regioni italiane). Per dimensioni, dunque, e' il terzo settore manifatturiero emiliano-romagnolo, dopo il metalmeccanico e l'alimentare. Eppure, nonostante questi numeri, i sindacati regionali del settore (Femca-Cisl, Filtea-Cgil, Uilta-Uil) non esitano a parlare apertamente di "pesante crisi". La lettera inviata al sindaco di San Mauro è stata spedita anche al presidente della Regione, Vasco Errani, ai presidenti delle province, al sindaco di Bologna Sergio Cofferati e al sindaco del distretto di Carpi. Secondo i sindacati, se negli anni passati le aziende hanno saputo ristrutturarsi, ora la concorrenza asiatica, le contraffazioni, l'euro forte sul dollaro, la mancanza di ammortizzatori sociali hanno messo in crisi il sistema imprenditoriale. Emblematico il caso della Provincia di Modena, nel cui territorio si realizza il 40% delle produzioni del comparto: dal '99 al 2003 le imprese sono calate del 4,5% e dal 2001 al 2003 sono scese da 3.615 a 3.345. Sono problemi che l'Emilia-Romagna condivide con altre regioni, ma a fronte dei quali "il governo non risponde" e per questo oggi i sindacati, a Bologna, hanno rilanciato l'allarme con la promessa di iniziative a ripetizione e la speranza di avere le istituzioni al proprio fianco.

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna