Logo new 02


MILANO – (9 Aprile 2005) - Un occhio alla tradizione, l’altro all’innovazione. E’ la scommessa del calzaturificio Casadei per nulla intimorito da un mercato globale che non può fare a meno del territorio di origine, inteso come punto di forza aziendale. Di seguito riportiamo l’intervista a Fabrizio Casadei, direttore finanziario dell’azienda sammaurese, tratta da Modaonline del 18 marzo scorso dal titolo “Casadei. Questione di sfide” a firma di Oscar Napolitano.

 «50 anni di storia condensati in modelli che si proiettano nel futuro. Per Casadei la contestualizzazione dell'offerta e la concorrenza sono fattori imprescindibili per innovarsi e tenere la leadership del mercato, come sottolinea a Modaonline Fabrizio Casadei, direttore finanziario Casadei spa: "Ritengo che tutto si venda meglio con un'offerta a 360°, proporre look completi fa gioco sia a chi vende abbigliamento sia a chi vende accessori. Nelle nostre boutique, già da alcune stagioni, proponiamo una collezione di borse Casadei da abbinare alle calzature. I marchi di abbigliamento che decidono di buttarsi nel mondo delle calzature sono per noi uno stimolo al miglioramento". Il discorso Cina, e le nuove piazze asiatiche in generale, sono visti come mercati di sbocco commerciale da aggiungere alle piazze già consolidate di Italia, Usa, Russia e Giappone, ma non viene dimenticato il loro ruolo di competitors: "Le tendenze per difendersi sono due e opposte. Si può decidere di far realizzare il proprio prodotto in Asia abbattendo i costi di produzione e mantenendo un prezzo del prodotto finito che sia competitivo a livello di mercato con quello delle proposte Made in Asia, oppure si può decidere, come nel caso nostro, di puntare sullo stile e sulla qualità, di distinguersi a livello di artigianalità e di seguire la produzione internamente in tutte le fasi. Anche per quanto riguarda il design e le lavorazioni, occorre che siano quanto più possibile uniche e originali. Per questo motivo è importante la ricerca. Noi siamo avvantaggiati, perché disponiamo di un know how che ci deriva da più di 50 anni di presenza nel mondo della calzatura". Unicità che per Casadei non solo va riconosciuta, ma anche tutelata, passando per l'etichettatura d'origine: "Per il modo in cui lavoriamo noi, per il tipo di scelta aziendale che abbiamo fatto, l'etichettatura di origine rappresenta una garanzia. Siamo un marchio italiano prodotto totalmente in Italia. Certo, per chi invece sceglie di dirottare la produzione altrove diventa una limitazione". E come si promuove il prodotto soprattutto a livello internazionale? "Abbiamo sempre puntato sulla comunicazione, soprattutto sulle campagne pubblicitarie - conclude Casadei -. Da anni ci siamo affidati, per la loro realizzazione a importanti fotografi come Nick Knight, Mario Testino, Javier Vallhonrat e, attualmente, Raymond Meier. Per quanto riguarda le vendite, continuiamo a partecipare alle maggiori fiere di settore, quali Micam, Première Classe, Wsa, Ffany".» (Tratto da Modaonline del 18 marzo scorso dal titolo “Casadei. Questione di sfide” a firma di Oscar Napolitano).

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna