Logo new 02


SAN MAURO PASCOLI – (22 Novembre 2005) Sergio Rossi, uscito di scena dal Gruppo Gucci, ha deciso di ritornare in campo creando un nuovo marchio e ritornando a fare ciò che ha fatto per tutta la vita: le scarpe. Di seguito riportiamo l’articolo pubblicato su La Voce di Romagna del 22 novembre dal titolo “Sergio Rossi rientra in campo”.

«Sergio Rossi lascia? No, anzi, raddoppia. Anche perché se un designer per 69 anni ha fatto solo quello, chiedergli di andare in pensione è una richiesta un po’ troppo azzardata. E infatti Sergio Rossi, fondatore del marchio cult dello stile made in Italy nel mondo, ha deciso di aprire una nuova azienda. Dopo l’uscita di scena di due settimane fa dal Gruppo Gucci, a cui lo stesso Rossi aveva ceduto il restante 30% in suo possesso, il celebre designer di San Mauro ha deciso di rientare in scena. A confermarlo è stato lo stesso imprenditore che ha confessato a Il Sole 24 Ore di domenica scorsa l’intenzione di volere rientrare in pista. Per essere più precisi, di ritornare a fare le scarpe. Il motivo del divorzio con Gucci? “Il mio ciclo era finito – ha confessato Sergio – Non è facile stare in minoranza. Ero lo stilista ma non ero più il padrone. Ed è il padrone che decide”. Lasciando chiaramente intendere come non ci fosse stata una identità di vedute con i nuovi arrivati. E visto che vuole essere ancora lui il padrone ecco un prossimo ritorno in campo: “Non ho un contratto di concorrenza e voglio assolutamente fare qualcosa. Io e mio fratello abbiamo tre figli e mi stanno tentando fortemente per fare di nuovo ciò che so fare”. D’altronde la fabbrica già c’è, il vecchio stabilimento in via Villagrappa, ancora oggi di proprietà di Sergio e mai del tutto smantellato. Anche perché Gucci, acquisito nel ’99 il 70% del gruppo Sergio Rossi (per la cifra di 90 milioni di euro), ha deciso di realizzare ex novo una grande azienda, dove ancora oggi si trova la produzione. Insomma, le scarpe le ha sempre avute nel Dna sin dall’età di 15 anni imparando tutti i rudimenti del mestiere dal banchetto degli antichi ciabattini del paese. “Sono diventato azienda negli anni ’70 perché ho capito che con i soli sandali non poteva andare più avanti. Ho cominciato a vendere scarpe con belle forme rotonde. Ho sempre fatto scarpe chic ed è andata molto bene”. E ora anziché godersi una dorata pensione, ecco una nuova scommessa.» (Tratto da La Voce di Romagna del 22 novembre dal titolo “Sergio Rossi rientra in campo”).

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna