Logo new 02

torre.jpgSAN MAURO PASCOLI - Per il secondo anno consecutivo la creatività maschile si prende la sua rivincita. Perché dopo sei anni di dominio incontrastato del gentil sesso, per il secondo anno di fila il concorso internazionale per giovani stilisti, “Un talento per la scarpa”, se lo aggiudica un ragazzo. Si tratta di Mario Rossodivita, classe 1987, di Castel Rigone in provincia di Perugia, che ha realizzato il miglior bozzetto di scarpa sul tema: “Da Mad Max ai materiali biodegradabili. Per una calzatura fashion ed ecologica”. Venerdì 20 giugno alle 21,00 alla Torre a San Mauro Pascoli serata di premiazione.

È questo il responso della ottava edizione del concorso internazionale per giovani stilisti, “Un Talento per la scarpa”, promosso da Sammauroindustria in collaborazione con Confindustria di Forlì-Cesena, con il contributo della Banca Popolare dell’Emilia Romagna e di Romagna Est Banca di Credito Cooperativo. Il concorso di caratura internazionale offre un luogo di emersione a giovani designer (nati dopo il 31 dicembre 1976), ideato per offrire una concreta opportunità di formazione e inserimento nel mondo del lavoro. Al vincitore, spetta uno stage formativo di tre mesi e mezzo presso la Scuola Internazionale Calzaturiera del Cercal, di sei mesi presso una delle quattro aziende calzaturiere associate a Sammauroindustria: Casadei, Pollini, Sergio Rossi, Vicini. Durante questo periodo il vincitore percepirà un rimborso spese pari a seimila euro, ma soprattutto maturerà un’esperienza preziosa per il suo futuro.

I partecipanti. L’edizione 2008 prevedeva la realizzazione di un elaborato originale sul tema tra il futurista e l’ambientalista “Da Mad Max ai materiali biodegradabili. Per una calzatura fashion ed ecologica”. Gli elaborati (bozzetti, ricerche stilistiche, collage di immagini ecc.) che hanno preso parte al concorso sono stati 187 (lo scorso anno 174), provenienti da più continenti: Italia, Messico, Spagna, Colombia, Australia, Taiwan, Brasile, Israele, Gran Bretagna, Estonia, Portogallo. All’iniziativa, inoltre, hanno preso parte anche 11 scuole italiane e 4 straniere.

La giuria che ha vagliato i lavori è stata composta da: Sergio Rossi, Carla Cesarini, Cristina Savani (Cercal); Werther Colonna (Sammauroindustria); Cristian Casadei (Casadei); Giuseppe Righi (Vicini); Massimo Venturi (TGP); Catherine Fraisse e Vanni Monetti (Sergio Rossi).

Dopo una prima selezione la giuria ha ristretto la rosa dei lavori a 97 elaborati, arrivando poi ad una rosa ancor più ristretta di 11 lavori. Al termine della quale è stato selezionato il vincitore, nonché i dieci segnalati.

Il vincitore e i segnalati. Nel gradino più altro è stato giudicato il lavoro di Mario Rossodivita, nato nel 1987, di Castel Rigone in provincia di Perugia. Questa la motivazione: “Attraverso una ricerca curata del significato espresso dal film “Mad Max”, ha elaborato una collezione estremamente femminile, di grande qualità e nel pieno rispetto del tema: recupero e biodegradabilità”.

Oltre al vincitore la giuria ha segnalato anche dieci lavori meritevoli di una menzione: 2) Cosimo Calderaro di Ravenna; 3) Agustin Sevillano di Barcellona (Spagna); 4) Davide Caliò di Correggio (Reggio Emilia); 5) Martina Pagnanini di Civitanova Marche (Macerata); 6) Pasquale Grosso di Marotta (Pesaro-Urbino); 7) Valerio Ceccarini di Urbino; 8) Ivan Mario Laredo Gallegos di Fresnillo Zac (Messico); 9) Jacobo Miguel Gomez Reyna di Guanajauato (Messico); 10) Mauricio Juan Vega Gonzales di Leon (Messico); 11) Ignacio Vieryra Lopez di Guanajauato (Messico).

Scuole Segnalate. La Giuria ha anche segnalato tre scuole che si sono particolarmente distinte per la qualità degli elaborati proposti. Per l’Italia: l’Istituto d’arte di Forlì e l’Istituto d’arte “Alessandro Vittoria” di Trento. Per l’estero: l’Universidad de la Salle di Guanajauato Messico.

La mostra. L’opera vincitrice insieme ad altri 50 bozzetti meritevoli, saranno esposti nella sala delle Tinaie alla Torre nella serata di venerdì 20 giugno, in occasione della premiazione. L’esposizione è curata da Cristina Savani in qualità di art director, con la collaborazione di Federica Palleschi e Clara Calitz.

Le edizioni precedenti. Le sette edizioni precedenti sono sempre state vinte nei primi sei anni da ragazze. Così in ordine cronologico: Italia (Francesca Capellini, sul tema ”La seduzione”), Russia (Daria Kravtsova, “Futuro”), Cina (Yim Kit Ling, “Nostalgia”), Giappone (Nakayama Yoko, “Ai piedi di Cleopatra”) e Croazia (Dijana Sabljak, “Al gran ballo di Cenerentola”), Italia (Benedetta Maria Chiara Lupo, “La dolce vita”). Lo scorso anno da un ragazzo: Joel Perez Ortega dal Messico sul tema “La via della seta”.

20 Giugno serata di premiazione. La premiazione dei vincitori del concorso è prevista per venerdì 20 giugno alle ore 21,00 alla Torre (Villa Torlonia) a San Mauro Pascoli. La serata, condotta dalla giornalista di PrimaPagina Cristina Zani, vedrà la partecipazione del vincitore nonché dei segnalati dalla giuria. A seguire ci sarà il balletto del Centro studi danza D&D di San Mauro Pascoli, di Rosita Di Firma e Sara D'Elia, spettacolo di danza moderna, contemporanea e hip hop.

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna