Logo new 02

colonna_lorenzo.jpgSAN MAURO PASCOLI – Un giovane scrittore sammaurese, Lorenzo Colonna (nella foto), ha scritto un giallo ambientato a San Mauro Mare. Di seguito pubblichiamo la recensione del libro uscita su La Voce di Romagna del 12 novembre scorso dal titolo “Un omicidio sul porto di Cesenatico raccontato alla speaker di una radio” a firma di Matteo Fabris.

«Uno dei simboli degli anni ’70 sono state le radio libere. Sedi rabberciate alla meglio, tecnologia ridotta all’essenziale, area di copertura molto circoscritta, pochi dischi in vinile, come era d’ordinanza in quegli anni. Un’epoca che bene ha descritto Ligabue nel suo primo film da regista, “Radiofreccia”. Quegli anni ora sono lontani, le radio libere sono state sostituite da quelle più strutturate e commerciali, e quello spirito d’avventura se né andato. Lo si può però ritrovare oggi in altre sedi, forse per pochi eletti (ma non è detto): nella rete. D’altronde anche in questo caso basta poco: un computer con alcuni programmi specifici e il gioco è fatto. E in questo mondo, via rete e non etere, ha ambientato il suo secondo romanzo lo scrittore sammaurese Lorenzo Colonna, che ha pubblicato “Radio aria libera”.

Prima novità: il libro può essere acquistato direttamente dallo scrittore, in alcune librerie tra Rimini e Cesena, oppure scaricato gratuitamente dalla rete all’indirizzo http://radioarialibera.ath.cx/ Un blog di “scrittura e follia”, così è scritto, nel quale Colonna dialoga con i suoi lettori, per lo più di gialli, noir, thriller e quant’altro di quel genere. Perché il romanzo in questione è un giallo. Ambientato in inverno sulla riviera romagnola, tra Cesenatico, San Mauro Mare e Rimini. Protagonista è Zoe, una giovane al centro di uno strano rapporto d’amore a tre (Lucio e Maya, un ragazzo e una ragazza), che gestisce una radio su internet, Radio aria libera appunto, le cui trasmissioni vanno in onda da mezzanotte alle quattro di mattina. La radio non muove folle di ascoltatori, in media duecento, una sera però Zoe riceve in diretta una strana telefonata, destinata a cambiare la sua vita: un utente dichiara di avere assistito a un omicidio sul porto di Cesenatico. La storia cresce e i morti si fanno due, collegati tra loro dal lavorare per la stessa multinazionale con sede a Rimini. Zoe da speaker si trasforma in investigatrice…

Per Colonna si tratta di un deciso passo in avanti rispetto al romanzo d’esordio “L’ultima alba”, thriller ambientato negli Stati Uniti. Buona la struttura del racconto, così come il ritmo che cresce con il passare delle pagine. Se “L’ultima alba” aveva il limite di essere troppo cinematografico, “Radio aria libera” privilegia sia la narrazione, sia l’ambientazione dei nostri territori, entrambi bene amalgamati nella storia.»

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna