Logo new 02

giorgi_padre_agostino_giorgiSAN MAURO PASCOLI - Quest’anno ricorre il 210° anniversario della morte di padre Agostino Antonio Giorgi (1711-1797), sammaurese illustre nonché frate orientalista. Per onorare questa ricorrenza il Comune di San Mauro e Sammauroindustria hanno organizzato un convegno di studi in programma domenica 6 maggio presso la sala Gramsci dal titolo “Da San Mauro al Tibet” che vedrà la presenza di eminenti studiosi da tutta la penisola, con la proiezione di un video e una mostra filatelica.

Chi è Agostino Giorgi. Nato a San Mauro il 10 maggio 1711, dopo la morte del padre, adolescente, sceglie la vita monastica. Studia incessantemente per anni in molte città e grazie ad una memoria prodigiosa apprende il greco, l'ebraico, il samaritano, il siriano ed approfondisce nel frattempo le materie teologiche. Viene chiamato a Roma da Papa Benedetto XIV e qui gli vengono offerti ulteriori materiali e stimoli di studio ma è anche motivo di conflitto con la Compagnia dei Gesuiti.

Agostino Giorgi approfondisce i suoi studi fino ad apprendere undici lingue orientali e viene ricordato nelle enciclopedie proprio per le sue opere di glottologia e la sua grammatica copto-arabica. Ma su tutte le sue pubblicazioni spicca la "Polemica contro i Gesuiti" che innescherà una vasta produzione letteraria e un “Alfabetum Tibetanum”. Diviene direttore della Biblioteca Angelica di Roma e consultore del Santo Uffizio. Uomo umile e moderato nei comportamenti era considerato un conversatore piacevole, amatissimo dagli amici per l'arguzia, il buon umore, l'indiscutibile fascino e la dirittura morale. Si spense il 5 maggio 1797 alla ragguardevole età di 86 anni.

Il programma del convegno. Più che un convegno si tratta di un’intera giornata di studi che prenderà il via alle 9.30 col saluto del Sindaco Gianfranco Miro Gori e del Presidente di Sammauroindustria Werther Colonna. A seguire ci saranno gli interventi di Angelo Turchini (Università Bologna), Marziano Rondina (Convento Maggiore Bologna), Elio Marini (Università Bologna), Fabio Martelli (Università Bologna), Gherardo Gnoli (Istituto italiano l’Africa e l’Oriente), Klaus Kempe (Biblioteca Monaco). Nel pomeriggio alle 15,30 invece ci sarà una tavola rotonda coordinata da Angelo Turchini, a cui prenderanno parte Piero Verni (associazione Italia-Tibet), Geshe Gedun Tharchin (Lama di Roma) e Giuseppe Zanotti (stilista). A seguire la presentazione del filmato di Claudio Cardelli, documentarista e reporter, “Il Lama testa bianca”. Durante il convegno sarà esposta alla sala Gramsci la mostra filatelica su Padre Giorgi a cura di Giorgio Zicchetti.

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna