Logo new 02

Francesco GalatàSi chiama Francesco Galatà, è di Messina, ed è il vincitore del Premio Pascoli per la migliore tesi di laurea per il periodo 2013-2016. “Il bellum servile di Pascoli”, questo il titolo della tesi premiata dall’Accademia Pascoliana con un assegno di 1500 euro e una prossima pubblicazione.

Complessivamente sono state 8 le tesi arrivate a San Mauro Pascoli da tutta Italia: Foggia, Messina, Milano (Università Statale e Cattolica), La Sapienza di Roma, Perugia, Trento, Ca Foscari di Venezia. “Questa ampia partecipazione dà l’idea di come l’opera pascoliana sia ancora oggi di grande interesse nel mondo accademico e di come siano tanti gli aspetti ancora da studiare”, ha affermato il Presidente dell’Accademia Pascoliana Andrea Battistini.

Il giudizio unanime è andato allo studio di Galatà la cui tesi è stata presentata per la laurea magistrale all’ateneo di Messina, relatore il Professor Vincenzo Fera. Il 27enne laureato in lettere classiche è un vero e proprio cultore della poesia latina pascoliana, attualmente approfondita nel dottorato di ricerca sempre a Messina. Coincidenze del destino, Messina ospitò il poeta di San Mauro, insegnante di letteratura latina dal 1898 al 1902. “La figura di Pascoli è una presenza forte nella città sicula– afferma il giovane studioso – Negli ultimi anni in particolare si è riattivata un’attenzione a livello di studi grazie a una nuova generazione di studenti”. 

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna