Logo new 02

casa pascoli 1Sauro Albisani con “Orografie” (sezione in lingua) e Francesco Romanetti con “Non siamo noi che andremo all’inferno” (sezione opera prima): sono i vincitori del Premio Pascoli di Poesia, giunto alla 14/a edizione. Definito il 'Campiello della Romagna' perché promosso da Sammauroindustria, che raggruppa i principali imprenditori della calzatura, il premio ha visto la partecipazione di 95 opere (80 in lingua, 15 in opera prima). Novità di questa edizione è stato l’esordio della sezione dedicata all’Opera prima, riservata a poeti emergenti, sezione che si alternerà a quella dedicata al dialetto.
A vagliare le opere è stata la giuria composta da Andrea Battistini (Università Bologna, presidente), Franco Brevini (Università Bergamo), Gualtiero De Santi (Università Urbino), Gianfranco Miro Gori (saggista, poeta) e Piero Meldini (scrittore). Il premio riserva anche una sezione alla 'Carriera', non assegnata quest’anno dalla giuria, negli anni passati andata a personaggi come Mario Luzi, Giovanni Giudici, Yves Bonnefoy e Adonis. I vincitori saranno a San Mauro Pascoli per ritirare il premio giovedì 17 luglio nel Giardino di Casa Pascoli. Il Premio consiste in 2.000 euro nella sezione in lingua e 1500 per l’opera prima.
La serata, inserita nella rassegna del 'Giardino della Poesia' diretto da David Riondino, vedrà lo spettacolo “Terminal”, di e con Giovanni Nadiani, Michele Zizzari insieme ai Faxtet, (ingresso è libero).

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna