Logo new 02

Riuscirà colui che haprocesso-Pascoli inchiodato brigatisti e mafiosi a risolvere anche l’omicidio più celebre della storia d’Italia?, quello di Ruggero Pascoli, il padre del poeta, ucciso in un misterioso agguato il 10 agosto del 1867 in una Romagna che in quegli anni aveva poco di “solatia dolce paese”, per usare le parole del poeta. Decisamente arduo il compito di Ferdinando Imposimato, magistrato il cui curriculum ha segnato la storia giudiziaria del nostro paese, alla guida dell’Accusa venerdì 10 agosto prossimo a San Mauro Pascoli, patria natale del poeta. Se la dovrà vedere alla Torre Pascoliana, con un altro principe del foro, l’avvocato Nino Marazzita, uno per intenderci parte civile nei processi per l’assassinio di Pier Paolo Pasolini e di Mauro De Mauro. Insomma, una sfida tra titani nell’anno Centenario della morte del poeta, moderata dal Presidente del tribunale, Bruno Amoroso, presidente del TAR del Veneto. Presenta la serata Miro Gori, colui che ha ideato il Processo, in una serata organizzata come sempre da Sammauorindustria. Il verdetto sarà emesso dal pubblico presente munito di paletta di voto. L’inizio è alle 21,00 (l’ingresso è libero).

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna