Logo new 02


SAN MAURO PASCOLI – (29 Settembre 2005) - Venerdì 30 settembre (ore 15,00) alla Torre a San Mauro (Fc) apre la tre giorni dedicata a Giovanni Pascoli. L’appuntamento è con il convegno “Pascoli e la cultura del Novecento” in programma fino a domenica 2 ottobre nel suo paese natale. Iniziativa che vedrà la presenza di 25 studiosi italiani e stranieri, raccolti nel paese natale del poeta in occasione del 150° anniversario della nascita di Pascoli. La giornata inaugurale vedrà la presenza del Presidente della Regine Emilia Romagna Vasco Errani, del Presidente della Provincia di Forlì-Cesena Massimo Bulbi, del Sindaco di San Mauro Miro Gori e del Presidente dell’Accademia Pascoliana Clemente Mazzotta. A seguire le relazioni di Mario Isnenghi, Antonio Faeti, Fausto Curi e Giuseppe Nava, coordinati da Andrea Battistini. Nel corso della tre giorni convegnistica nella sala delle Tinaie sarà allestita la mostra “San Mauro al tempo di Pascoli” a cura dell’Ufficio Cultura del Comune sammaurese. Di scena oltre 60 immagini fotografiche sul paese natale del poeta, dalla fine dell’Ottocento fino agli anni ’20. La mostra è stata realizzata in collaborazione con Foto Marini di San Mauro. Al termine della prima sessione di lavoro, prevista verso le 19,00, a Casa Pascoli ci sarà l’inaugurazione della mostra bibliografica “Pascoli tradotto”, progettata e curata da Clemente Mazzotta e Paolo Tinti. L’esposizione aperta al pubblico (ingresso gratuito) dal 30 settembre al 31 ottobre, mette in mostra oltre 40 volumi su Giovanni Pascoli tradotto all’estero, in prevalenza in Europa. Questi gli orari di apertura al pubblico: tutti i giorni 9,30-12,30 e 15,00-18,30. Chiusa il lunedì. Tema al centro della tre giorni convegnistica sarà una definizione di Pier Paolo Pasolini, il quale sosteneva che tutto quanto è seguito a Pascoli, in poesia e non solo, nel bene e nel male, dipende da lui. Motivo per cui se è vero che la poesia in lingua italiana, quella in dialetto e quella latina dipendono da Pascoli, è, altrettanto vero, che tutta la cultura italiana e l’identità più in generale degli italiani stessi hanno un debito con lui (si veda l’ampia diffusione scolastica e popolare del poeta italiano). Non solo. Al convegno verrà indagato, anche la diffusione di Pascoli nel mondo. Pascoli, difatti, come intuì il critico Gianfranco Contini nella memorabile relazione tenuta nel 1955 a San Mauro, è alla radice di molta delle esperienze d’avanguardia della letteratura europea. Dunque, un Giovanni Pascoli tra San Mauro, l’Europa e il mondo. “Un Pascoli sammaurese e provinciale e nello stesso tempo italiano, europeo e mondiale – spiega il sindaco di San Mauro, Gianfranco Miro Gori, ideatore e promotore del convegno - che parafrasando il suo lettore Pasolini può essere definito giustamente il Maestro di tutti noi”. Informazioni per il pubblico. Il Convegno è organizzato dal Comune di San Mauro Pascoli con il contributo della Regione Emilia-Romagna, Provincia di Forlì-Cesena, Accademia Pascoliana, Sammauroindustria, Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena. Per informazioni sul convegno: Segreteria organizzativa: Museo Casa Pascoli tel. 0541-810100; Biblioteca Pascoli tel. 0541-933656; info@casapascoli.it

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna