Logo new 02

 

borsa_studio_zattarinSAN MAURO PASCOLI - Assegnata la borsa di studio del Fondo Giuseppe Contarini. Ad aggiudicarsela è Alessandro Zattarin che ha presentato un progetto di ricerca su “Pascoli e la librettistica d'opera”. A Zattarin ora l'attende il lavoro di ricerca di due anni sul tema proposto e un assegno di 12mila euro. Il premio è stato consegnato domenica scorsa nella sala Gramsci a San Mauro in occasione dell'apertura del XXVII° anno accademico promosso dall'Accademia Pascoliana. Alla consegna erano presenti, tra gli altri, il sindaco Miro Gori, il Presidente dell'Accademia Pascoliana Andrea Battistini, Matilde Dillon dell'Università di Bergamo e il vincitore (tutti nella foto).

A promuovere il bando di ricerca sono stati il Comune di San Mauro Pascoli e l'Accademia Pascoliana nell'ambito dell'acquisizione dei documenti del Fondo Giuseppe Contarini. Attraverso ciò il Comune di San Mauro Pascoli ha acquistato una serie di importanti documenti pascoliani relativi al periodo messinese, ora in dotazione al Museo di Casa Pascoli; contestualmente l’Accademia Pascoliana ha bandito una borsa di studio di 12 mila euro per un progetto di ricerca sull’opera del poeta sammaurese. Una iniziativa quest’ultima finanziata dal ricavato della vendita delle carte pascoliane appartenute al professore siciliano Giuseppe Sala Contarini, e messe a disposizione da Matilde Dillon Wanke, docente di Letteratura italiana all’Università di Bergamo, erede dell’archivio Sala Contarini. In altre parole: i soldi per l’acquisto dei documenti non sono andati al privato, bensì utilizzati creare una borsa di studio.

Il bando prevedeva la presentazione di un progetto di ricerca relativo alla figura e all'opera di Giovanni Pascoli (aspetti biografici, opere edite e inedite, antologie, epistolari, temi storici, letterari, critici, linguistici...), riservato a giovani laureati che non avessero compiuto 36 anni. Complessivamente sono stati diciassette i progetti di ricerca presentati, vagliati dalla commissione composta da Andrea Battistini (Università di Bologna, presidente dell'Accademia Pascoliana), Franco Contorbia (Università di Genova), Matilde Dillon Wanke (Università di Bergamo), Gianfranco Miro Gori (Sindaco di San Mauro Pascoli, poeta e saggista). La commissione all'unanimità ha assegnato il premio ad Alessandro Zattarin, con questa motivazione: “Il progetto si propone di esplorare un campo di ricerca assai poco frequentato, nonostante che si sia sempre sottolineata la fecondità dei risultati che si potrebbero conseguire. È noto infatti che Pascoli si è sempre interessato di musica, scrivendo anche libretti per melodramma. La ricerca si propone di analizzare per un verso l’influenza del teatro d’opera sulla lirica pascoliana e per un altro verso il possibile ruolo giocato a sua volta da Pascoli sulla librettistica del primo Novecento. Per compiere questo studio linguistico e stilistico il dott. Zattarin può valersi, come si ricava dal suo curriculum, di solide competenze musicali (diploma accademico al conservatorio “Pollini” di Padova) e letterarie (titolo di dottore di ricerca in Filologia ed ermeneutica italiana), confortate dalla pubblicazione di due volumi e di sei saggi su riviste scientifiche di riferimento, per non dire di altre pubblicazioni di carattere più informativo. Tutto questo fa ben sperare che il candidato possa portare a termine con successo la sua ricerca nelle fasi e nei tempi previsti dal bando di concorso”.

link collegati: www.accademiapascoliana.it

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna