Logo new 02

Logo new 02

torre dallaltoEra considerato il “buco nero” del compendio della Torre. Parliamo dell’appartamento dove aveva abitato il giovanissimo Giovanni Pascoli insieme alla famiglia, quando il padre Ruggero era il fattore della tenuta. A dispetto di quanto si era pensato per anni, il luogo non era la casa del fattore, quella dove oggi trova sede il ristorante “La Locanda del poeta”. Giovannino aveva abitato nell’appartamento dove si trova la chiesetta alla Torre, nell’edificio che si affaccia al ristorante. Un luogo abbandonato a sé stesso, che sarà rimesso a nuovo, grazie a un finanziamento del Ministero dell'Interno. A darne l’annuncio la sindaca Luciana Garbuglia, alcune sere fa in occasione della serata di Tempo Libro.

Abbiamo ricevuto un finanziamento dal Ministero dell’Interno di 55mila euro per il recupero dell’appartamento della famiglia Pascoli alla Torre, che così finalmente potrà essere rimesso nuovo. Non solo, il Ministero ci ha comunicato anche lo stanziamento di 88mila euro per il progetto di recupero del gerontocomio nel compendio Domus Pascoli”.

Quest’ultimo dal maggio scorso è divenuto di proprietà del Comune, mettendo la parola fine a decenni di tentativi in quella direzione andati a vuoto.

Pin It

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna