Logo new 02

Viviamo il ComuneIl Consigliere 5 Stelle Flavio Biancoli denuncia una ipotetica truffa ai danni dei commercianti di San Mauro con l'iniziativa ‘Viviamo il Comune’. Di seguito il suo intervento scritto su facebook e inviato alla redazione. 

“Nel Settembre 2014 con la delibera di Giunta n° 107 l'intera giunta con votazione unanime e palese per alzata di mano, approva la partecipazione al progetto ‘Viviamo il Comune’ promossa dalla società Caravel Srl con sede a Modena.
Tale adesione consisteva nel promuovere, attraverso patrocinio del Comune, il progetto di comunicazione e valorizzazione del nostro territorio tramite un app per smartphone, un portale web, agende cartacee e addirittura una fantomatica trasmissione televisiva in onda nel Nord Italia. Insomma di tutto di più e soprattutto gratis per le casse del Comune!


Già allora, come M5s, avevamo sollevato alcuni dubbi in merito, soprattutto per la qualità del portale web (un principiante lo avrebbe fatto più decente), del non chiaro ritorno economico della Caravel Srl, e dell'amministratore delegato di quest'ultimo un certo On. Tiziano Motti europarlamentare dell'Udc e in quel tempo indagato per truffa ai danni dello Stato.
Dubbi sollevati in maniera informale agli assessori. La risposta fu il solito sorrisino da salotto borghese, spiegandoci che era ‘per il bene di San Mauro’. Da allora non si hanno avute più notizie, finchè dalla pagina ‘Sei di San Mauro Pascoli se’ un cittadino ha denunciato questa ipotetica truffa ai danni dei commercianti che hanno aderito al progetto con il patrocinio del Comune. In sostanza con una quota di partecipazione, la Caravel assicurava pubblicità sul portale, sulla app per smartphone e anche in tv.
Servizi che non sono mai stati erogati, ma il bello deve ancora venire.
Siamo al 14 Agosto, nel vivo dell'estate e molti, giustamente, chiudono la propria attività per staccare la spina. In quello stesso giorno, il contratto della Caravel, predisponeva un prelievo automatico di qualche migliaia di euro ai commercianti che hanno aderito al progetto.
Che Mandrakata! Col patrocinio del Comune. Siamo al 6 Settembre e finora sulla stampa locale non è uscito nulla. Perchè? Perchè l'Amministrazione, da molti vista la promotrice di tale progetto, non è uscita con un comunicato per dire che il patrocinio è stato revocato?
E il Sindaco, visto il danno d'immagine alla nostra città arrecato dalla Caravel Srl, si è attivato per salvaguardare il buon nome di San Mauro Pascoli?
E gli altri Assessori che hanno votato in maniera unanime e palese tale progetto dove sono? E i Consiglieri? Zero e Sotto Zero.
Ma parliamo di Made in San Mauro l' associazione che rappresenta la maggioranza dei commercianti sammauresi e detta, in maniera indiretta, la linea politica sul commercio.
Perchè non si è attivata in difesa dei commercianti? Perchè il loro Presidente, non ha preso provvedimenti a riguardo? E soprattutto, perchè i commercianti coinvolti o l'associazione non hanno esposto il fatto, di loro iniziativa, alla locale stazione dei Carabinieri? Intrighi di palazzo, giochi di potere, non è un film. Questo velo di omertà che veleggia nel palazzo non giova a nessuno.
Io la mia parte da cittadino e da Consigliere Comunale l'ho fatta.
In data 5 settembre in veste di Consigliere Comunale M5S ho esposto i fatti alla locale stazione dei Carabinieri e non finirà qui. Vigileremo sugli sviluppi futuri.
Piena solidarietà ai pochi, pochissimi commercianti onesti che in qualche modo si sono ribellati. Invitiamo l'amministrazione Comunale a fare luce su questo triste episodio (ed eventualmente segnalarlo alla locale caserma dei Carabinieri) e i commercianti a fare più attenzione”. 

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna