Logo new 02

Non ci stanno i pentastellati a passare per oppositori che vanno per via giudiziaria anziché nelle aule della rappresentanza politica. A rispondere sono i due consiglieri comunali Ivan Brunetti e Flavio Biancoli in una lettera inviata al sindaco Garbuglia. I due consiglieri difendono il loro lavoro, fatto di 18 mozioni, 3 eventi di carattere culturale/ambientale, 10 interpellanze, 6 esposti per lo più di carattere ambientale. Nella lettera, entrano anche nel merito di una spinosa questione come la recente chiusura del bar Marigi in piazza Mazzini. Di seguito il testo completo.

5Stelle"Caro Sindaco, siamo dispiaciuti del suo pensiero riguardo il nostro operato. Non siamo degli azzeccagarbugli, e stiamo facendo di tutto in questi mesi per dimostrarlo. Come ben saprà da inizio mandato abbiamo presentato 18 mozioni. Forse è un numero molto elevato, e nonostante tutto ne presenteremo delle altre. Mozioni che si traducono in proposte di intervento mirato allo sviluppo economico sociale ambientale e culturale della collettività. 18 mozioni dove molte delle quali non sono state votate (come prevede il regolamento comunale) e quindi ripresentate nuovamente (vedi l`ultimo consiglio comunale).
Da inizio mandato abbiamo organizzato 3 eventi di carattere culturale e ambientale; ed il 6 Marzo in sala Gramsci ci sarà una serata dedicata alle mafie in Romagna con la partecipazione del GAP - Gruppo Antimafia Pio la Torre. Ovviamente caro Sindaco lei è invitata cosi come tutta la Giunta.
Lei afferma, con nostro rammarico, che non raccogliamo informazioni adatte, coinvolgendo direttamente la Prefettura o la Procura. Ci dispiace smentirla ma ormai nei vari uffici comunali, ci conoscono dell`enormità di accessi agli atti e lettere di chiarimenti che stiamo ed abbiamo fatto (tra l`altro attendiamo ancora la risposta dell' assessore competente per il ritardo sui lavori della fibra ottica). Il tutto ovviamente per reperire informazioni ufficiali.
Non solo accessi agli atti, ma anche interpellanze (allo stato attuale sono 10). Come ben saprà le informazioni sono strategiche per lo svolgimento e il corretto operato delle nostre funzioni. Senza queste non si può effettuare una strategia. Raccolte le informazioni, operiamo e se vi sono delle irregolarità è nostro dovere istituzionale segnalarlo all`autorità competente; in caso contrario potremmo essere complici.
Caro Sindaco sul caso del Bar Marigi, ci siamo mossi da novembre per reperire informazioni su tutto il caso. Non è cosi? Siamo andati a parlare anche in Prefettura per sapere come muoversi in tal proposito. Purtroppo il bar è oggi chiuso e si aggiunge a tutte quelle attività cessate o in difficoltà in centro, nonostante i vostri sforzi per facilitare le aziende. Come vede nessuna segnalazione o esposto. Non si preoccupi tra qualche giorno presenteremo mozione e interpellanza a tal proposito.
Nel corso del nostro mandato, con mea culpa, siamo più volte andati in Prefettura, per chiedere pareri su come operare. E` vietato? A noi non risulta, anche questo ricade nei nostri diritti e doveri istituzionali. Quanti esposti... caro Sindaco. Se nota sui 6 esposti fatti ad oggi dal Movimento 5 Stelle, il 90% sono di carattere ambientale. Abbiamo iniziato dai cartelloni fatiscenti in via della poesia, la gru e il silos abbandonati in via Malatesta (tra l`altro a giugno siamo andati di persona a parlare con lei per segnalare tale problematica), i rifiuti nella zona Cercal, le strutture abbandonati nell’ex Lidl e l`ultima nella zona industriale.
Ci scusi se abbiamo oberato di lavoro gli uffici competenti. Per le tematiche ambientali siamo molto sensibili e come saprà a dicembre abbiamo piantato 70 alberi in tutto il territorio Comunale. Questo lo dobbiamo anche a lei che ci ha autorizzato. Per il resto, vedi segnalazione sul caso Impronte di teatro, stiamo ancora aspettando una risposta dalla Prefettura.
Abbiamo tanto lavoro caro Sindaco, a marzo dobbiamo incontrare un’associazione contro lo sfruttamento degli stagionali, dei gruppi di teatro, degli industriali, che le ferie sono un lusso.
Per quanto riguarda il presunto esposto che lei segnala, dobbiamo dire ufficialmente che non siamo noi ad averlo inoltrato. Non è nel nostro modus operandi. Quando facciamo una segnalazione o un esposto ci mettiamo la faccia, la firma e lo pubblichiamo. Lo sappiamo, non abbiamo il dono del nous aristotelico, siamo per lo più ragazzi e ragazze con un grande ideale che ci lega: il bene per il nostro paese. Il resto lo lasciamo agli altri.
Vogliamo concludere invitando lei e tutta la Giunta comunale il 6 Marzo in sala Gramsci sulla serata dedicata alle mafie in Romagna con il Gap".  
Ivan Brunetti e Flavio Biancoli

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna