Logo new 02

 

 SAN MAURO PASCOLI – (4 Aprile 2005) – Prendono il via questa settimana i lavori di ampliamento della scuola elementare Montessori di San Mauro. Si tratta del secondo stralcio di un intervento che lo scorso anno ha visto la sistemazione del piano terra che attualmente ospita la palestra e la mensa per i bambini. Il secondo piano ospiterà sei nuove aule, tra classi e laboratori. Di seguito riportiamo l’intervista al vicesindaco Stefania Presti (nella foto di Ermanno Pasolini), pubblicata su “Il Resto del Carlino” del 31 marzo 2005 dal titolo “La elementare da record diventa ancora più grande” a firma di Ermanno Pasolini.

 

«A San Mauro Pascoli la prossima settimana inizieranno i lavori di ampliamento della scuola elementare Montessori, l’unica esistente nel territorio comunale. Attualmente il plesso scolastico con 22 classi, 470 alunni, 46 insegnanti di cui 3 di lingua inglese, 2 di religione e 5 di sostegno e una palestra ad uso scolastico è il più grande di tutta la provincia di Forlì-Cesena. Un primato che sarà consolidato con i nuovi lavori che vedranno la costruzione di sei nuove aule fra classi e laboratori. Dirigente è Maria Annunziata Angelini con cui collaborano un responsabile amministrativo e 7 impiegati. Il circolo sta attuando in pieno la riforma, la scuola è dotata già di un laboratorio con 13 computer e la mensa scolastica è in grado di soddisfare tutte le richieste. Ma il numero dei bimbi cresce e servono più aule perché la Montessori è frequentata anche dai bimbi di San Mauro Mare. Come mai l’esigenza di ampliare nuovamente la grande scuola elementare? “Nel prossimo mese di settembre – afferma Stefania Presti vice sindaco e assessore alla pubblica istruzione – verranno licenziate quattro classi quinte ed entreranno cinque classi di prima elementare per un totale di 96 bambini. La Montessori è una scuola in continua crescita e quindi era una priorità assoluta costruire nuove aule e anche laboratori per soddisfare le esigenze dei bambini e degli insegnanti”. Il costo? “E’ di 250 mila euro compresi agli arredi, finanziato in parte dalla regione Emilia-Romagna”. E’ già in atto il tempo prolungato? “Sì. Abbiamo soddisfatto tutte le richieste che adesso con la nuova riforma si chiama 40 ore. Abbiamo fatto un sondaggio presso tutte le famiglie di San Mauro Pascoli che hanno i bimbi che frequentano la scuola elementare sugli orari migliori da attuare per l’entrata alla mattina e l’uscita a mezzogiorno. Erano decenni che i sammauresi chiedevano l’orario scolastico 8-12,30 mentre prima era 8-12,10. Il 90 per cento delle famiglie ha richiesto il nuovo orario che è entrato in vigore dal settembre 2004. Per l’Amministrazione Comunale è stato un grosso impegno anche perché abbiamo dovuto rivedere tutti gli orari dei trasporti scolastici che devono poi combinare con le esigenze dei ragazzi della scuola media di San Mauro. Soddisfatissimi gli insegnanti che in questo modo, facendo un tempo più lungo di lezioni ogni giorno al mattino, hanno eliminato alcuni rientri al pomeriggio”. A proposito di trasporti. Più nessuna lamentela come in passato? “Da un’indagine effettuata dal Cresem della facoltà di Economia della università di Forlì risulta che il servizio dei trasporti scolastici del comune di San Mauro Pascoli è ampiamente soddisfacente. Anche i costi sono contenuti”.» (Tratto da “Il Resto del Carlino” del 31 marzo 2005 dal titolo “La elementare da record diventa ancora più grande” a firma di Ermanno Pasolini).

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna