Logo new 02

SAN MAURO – (24 Febbraio 2006) - «Semafori intelligenti, segnaletica luminosa, messaggi psicologici e una batteria di cinque rotonde. Le novità tecnologiche per la sicurezza della viabilità sono in arrivo sulla via Cagnona. Una serie di interventi che fanno parte di un pacchetto “integrato”, illustrato alla stampa dal sindaco di San Mauro Miro Gori, dagli assessori ai Lavori Pubblici e all´Urbanistica Manuel Buda e Moris Guidi, dall’assessore provinciale Maurizio Castagnoli e dal responsabile del Servizio Provinciale Viabilità Cesena Leopoldo Raffoni. Il pacchetto opere scaturito dalla collaborazione tra Comune e Provincia riguarda l’educazione stradale in senso ampio ed è incentrato sul tratto della Provinciale 10 Cagnona compreso nel territorio di San Mauro Pascoli.“Siamo arrivati ad attuare uno dei nodi importanti della legislatura - ha esordito il Sindaco Miro Gori - che è quello della viabilità e dell’approccio culturale al tema della sicurezza stradale”. Non basta, infatti, fare delle strade belle e sicure - ha commentato l’assessore Castagnoli - E’ necessario che chi viaggia adotti un corretto comportamento di guida. Di qui il senso del progetto di educazione stradale: da una parte l’oggettiva messa in sicurezza delle infrastrutture viarie, dall’altra il completamento delle opere con quei moderni sistemi di induzione al comportamento corretto come semafori intelligenti - scatta il rosso nel momento in cui viene superata la velocità consentita; messaggi psicologici - pannelli luminosi di sensibilizzazione al rispetto del codice della strada; segnaletica luminosa di delimitazione della carreggiata o separazione di corsia. Alcuni interventi sulla Cagnona sono già stati eseguiti, ha spiegato Raffoni, come la “grattatura” dell’asfalto per migliorare l’aderenza nei punti critici; il posizionamento dei pannelli delineatori di margine e dei catarinfrangenti a terra. In arrivo a breve gli altri, fra i quali un impianto semaforico con rilevatore di velocità ed attraversamento pedonale “la chiamata” nella zona del Centro Giovani, in corrispondenza dell’attraversamento di via Bastia. Nel lungo periodo il progetto prevede poi la realizzazione di cinque rotatorie, come già contemplato dal Prg e dal Piano Urbano del Traffico in adozione. Opere che saranno realizzate in parte con finanziamenti provinciali - sono già a bilancio 800 mila euro; in parte con soldi del comune; e in parte sotto forma di oneri da eseguire a carico dei privati attuatori di comparti di espansione produttiva.“Ciò - ha spiegato l’assessore Guidi - nella logica di prevedere sempre opere infrastrutturali a fianco delle aree di sviluppo residenziale o produttivo”. La realizzazione del pacchetto, ha spiegato il sindaco, verrà distribuita nei prossimi anni della legislatura, ma il primo cantiere potrebbe essere aperto già alla fine di quest’anno su via Bellaria Nuova, di fronte a Ceg Motori Elettrici. Le altre rotatorie sono previste in via Bellaria Nuova zona Ivas, in zona Ristorante del Sole, all’intersezione tra la Provinciale 10 e la via del Lavoro-via Ronchina e in corrispondenza del Centro Giovani.» (Tratto da Il Corriere Romagna dell’11 febbraio scorso dal titolo “Via Cagnona ad alto rischio Misure salva-vita in arrivo” a firma di Mariaelena Forti)

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna