Logo new 02

 SAN MAURO PASCOLI – (14 Marzo 2006) - Per lo più sono ucraini, albanesi, marocchini. Ma è possibile trovare anche venezuelani e persone dell’Est Europa, per lo più donne. Comunque sia, tutti in fila davanti alle Poste di San Mauro per consegnare la domanda di regolarizzazione del proprio permesso di soggiorno (vedi la foto scattata da Renzo Pirini verso le ore 14,30). Nella sola giornata di oggi erano circa 40 le persone che nel freddo se ne stavano in fila, molte sin dalla notte, nella speranza di rientrare nei 170mila permessi di soggiorno previsti dalla Bossi-Fini. Per alleviare la lunga e gelida attesa il Comune di San Mauro insieme all’Associazione di volontariato Volo Insieme ha deciso di consegnare bevande calde e biscotti. Per la cronaca ogni domanda di regolarizzazione prevede una spesa di 14,50 euro per la marca da bollo e 5,16 euro per le spese spedizione (singola non cumulativa). Fatti due conti e moltiplicato il tutto per 170.000 (numero di posti previsti dalla legge), il totale fa 3.342.200 euro. Verrebbe da dire che anche questo è business.

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna