Logo new 02

GrassoSanMauroSerata da lasciare il segno quella di ieri alla Torre che ha avuto per protagonista il procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso. Spiegamento di forze all'inverosimile, Torre presidiata sin dal primo pomeriggio, servizio scorta che vigilava su qualsiasi movimento del procuratore. Una vita blindata a tutti gli effetti che dà l'idea di come possa vivere il quotidiano un personaggio che ha scelto di dedicare la vita intera alla lotta alla mafia e più in generale alla criminalità. Ampia la risposta del pubblico, oltre 500 persone.

 

Presentando il suo libro, Per non morire di mafia, Grasso non si è sottratto alle domande sulle intercettazioni (“vitali per le indagini, anche se non bisogna abusarne”), sul maxi processo ove è stato giudice a latere, su Giovanni Falcone e sulla cultura mafiosa (“di mafia bisogna sempre parlarne”), sul rapporto mafia-politica (“stanno insieme come l'acqua per i pesci”). Presentato da Stefano Coppini, Grasso è stato accolto dal sindaco Miro Gori che gli ha anche consegnato alcune pubblicazioni su San Mauro.

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna