Logo new 02

CaligaRomanaLe calzature degli antichi romani? Il Cercal (scuola internazionale di calzature) ne ha realizzate un paio, fedelmente ricostruite. L'occasione è stato il recente Festival del Mondo Antico di Rimini, che ha promosso, tra le varie iniziative, due “Approfondimenti” in compagnia dell'archeologa Maria Grazia Maioli, che ha trattato il tema “Le vesti e le calzature degli antichi”.


Una lezione di carattere storico sulle varie tipologie di calzature utilizzate in epoca romana, accompagnata dalla presentazione di due paia di calighe, i cui modelli sono stati ricostruiti per filo e per segno sulle immagini degli antichi: uno riprodotto dalla scuola sammaurese, l’altro realizzato sempre dalla scuola su un modello studiato dal suolificio Giglioli. Autori di questo inedito viaggio nella storia sono stati i docenti del Cercal, protagonisti delle diverse fasi della realizzazione, con il coordinamento del direttore della scuola Serena Musolesi: Carla Cesarini nel disegno tecnico, Roberto Cumbo nella modelleria, Salvatore Giardullo nel taglio, Sisto Baldinini nel montaggio. Un ulteriore contributo è stato dato da Marina Calandrini per la ricerca di borchie adatte alla ferratura delle calighe. Non solo. Durante uno dei pomeriggi di approfondimento del Festival, il “ciabattino” Sisto Baldinini, munito di banchetto, ha fatto una dimostrazione in diretta di come veniva cucita la caliga romana.

Un paio delle calzature ricostruite sono state consegnate a Maria Grazia Maioli che le utilizzerà per altre conferenze, mentre un paio sono ora esposte presso la scuola del Cercal a San Mauro Pascoli.

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna