Logo new 02

municipio_con_fontanaRispetto del patto di stabilità, investimenti per oltre 2 milioni di euro, attenzione alla scuola e al sociale. Sono i cardini del bilancio di previsione 2010 che sarà illustrato alla cittadinanza venerdì 26 febbraio alle 20,30 presso la sala Gramsci alla presenza del sindaco Miro Gori, dell'assessore al Bilancio Manuel Buda e del responsabile del settore contabilità Alberto Merante. Mercoledì 3 marzo presso il Centro sociale “La Mia sera”, sarà presentato a San Mauro Mare.

 

Un bilancio sofferto, come è avvenuto nel corso degli ultimi anni, che paga l'assenza del federalismo fiscale, ovvero l'impossibilità per gli enti locali di avere autonomia di entrata. Entrando nel merito dei numeri, le entrate sommano circa 6 milioni e mezzo di euro. La fetta maggiore è costituita dalle tributarie (49 per cento, pari a 3.200mila euro), seguite a ruota dai trasferimenti dello Stato (30 per cento, due punti in meno rispetto all'anno precedente), le extratributarie (12 per cento) e gli oneri di urbanizzazione (9 per cento). Sul fronte delle entrate tributarie la voce più grossa è rappresentata dall'Ici (2 milioni di euro), anche se il Comune è in attesa di ricevere circa 280 mila euro relativi all'Ici del 2008 e 2009. Sul fronte dei trasferimenti dello Stato, che ammontando 1.996 mila euro, prosegue il costante calo degli anni precedenti. Se guardiamo al valore pro-capite si tratta del valore più basso di tutta la provincia. Questa situazione di calo costante unita ad una effettiva disparità di trattamento rispetto a Comuni di analoga dimensione causa senza dubbio le maggiori difficoltà.

Sul fronte della spesa, la scelta forte è stata quella di mantenere i servizi sociali e scolastici, lo scorso anno addirittura incrementati (si pensi all’apertura di una nuova sezione di scuola materna che ospita 25 bambini). Salvo qualche piccolo aggiustamento sono stati riconfermati anche quei servizi importanti per la comunità: dal progetto rivolto ai giovani (La Tana), ai progetti rivolti all’handicap (laboratorio di teatro), ai centri estivi rivolti ai bambini delle elementari e medie, nonché le iniziative educative come “quota mille”, “le strade ci parlano”, “puliamo il mondo”, l’educazione stradale, ecc.. Si rafforzano le collaborazioni con le Associazioni del territorio, come Anteas con il progetto di ambulatorio sociale. Nel corso dell’anno entrerà in funzione la Casa dei Sammauresi, il nuovo centro sociale di via del Mulino, che diventerà non solo la sede delle numerose e attive associazioni presenti a San Mauro, ma anche luogo a disposizione di tutti i cittadini.

Sul fronte degli investimenti, infine, il più consistente riguarda la realizzazione di una nuova scuola elementare (oltre 900mila euro), nonché il completamento del centro storico con la sistemazione di via XX Settembre. Notevole infine gli investimenti dedicati alla manutenzione straordinaria delle strade (475.000 euro), in particolare il comparto di via Moretti-Lorca-Neruda e la sistemazione di via Tosi con (95.000 euro).

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna