Logo new 02

 

guidi_morisSAN MAURO PASCOLI - A San Mauro si amplia la zona industriale, con la possibilità di nuovi insediamenti per le aziende. Lo contempla la variante parziale 13 al Piano Regolatore adottata nel corso dell'ultimo consiglio comunale svoltosi nell'aprile scorso. Nel dettaglio si tratta di una nuova area di espansione produttiva di circa 13.000 metri quadrati, ricompresa tra via Cavina e via Ronchina, ove potranno insediarsi nuova attività artigianali ed industriali. "Questo per andare incontro alle numerose richieste degli operatori economici del territorio - spiega l'assessore all'Urbanistica, Moris Guidi (nella foto) - motivo per cui abbiamo deciso di incrementare le aree destinate alle attività produttive, con l'intento di concentrare lo sviluppo produttivo del paese nell'area compresa tra il tracciato della A14 ed il canale emiliano romagnolo". La variante contempla anche altre previsioni volte ad individuare alcuni lotti di completamento di aree produttive, sempre al fine di dare una risposta alle esigenze di espansione delle aziende sammauresi. Un'altra novità introdotta dalla variante riguarda la possibilità di realizzare due unità abitative nelle case in zona agricola, senza incremento di superficie utile e di volume. Nella precedente previsione, veniva riconosciuta tale facoltà solo ai proprietari in possesso del titolo di imprenditori agricoli. Da oggi anche i proprietari di immobili non in possesso di tale qualifica avranno la possibilità di realizzare il secondo alloggio, sempre più richiesto dai cittadini residenti nelle zone rurali per soddisfare le esigenze abitative del loro nucleo familiare. Infine, tra le modifiche normative più rilevanti, c'è anche quella che consente la realizzazione di strutture leggere (tettoie) e permeabili a protezione dei parcheggi privati nelle abitazioni.

"Con questa ultima variante al Piano regolatore, l'amministrazione ha inteso dare una risposta alle istanze dei cittadini e delle imprese emerse nel corso della legislatura - afferma l'assessore Guidi - In particolare, sono stati introdotte alcune nuove aree di espansione produttiva, che consentiranno l'espansione delle imprese esistenti, nonché la delocalizzazione di attività attualmente presenti in zone urbanistiche incongrue. Ritengo positivo, inoltre, che alcuni operatori economici di altre città abbiano manifestato l'intenzione di volersi trasferire a San Mauro, segno che il patrimonio manifatturiero dei nostri imprenditori rappresenta un valore aggiunto in grado di attirare anche altre attività. Sul fronte residenziale, abbiamo riconosciuto la possibilità di realizzare il secondo alloggio all'interno degli immobili rurali, indipendentemente dal possesso della qualifica di imprenditore agricolo, senza aumento delle superfici e dei volumi. In questo modo, da un lato viene valorizzato il patrimonio edilizio rurale presente e preservato il contesto agricolo; dall'altro si dà una risposta a quei cittadini proprietari di immobili di questo tipo, che fino ad oggi erano nella impossibilità di realizzare l'appartamento ai loro figli".

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna