Logo new 02

studenti_morisSAN MAURO PASCOLI - Sono 50 i ragazzi delle scuole superiori di Cesena che questa mattina sono partiti alla volta di Auschwitz sul “Treno della Memoria” insieme a loro coetanei di altre città italiane. Tra questi anche una studentessa di San Mauro, Beatrice Semprini, la cui partenza è stata salutata dall’Assessore del Comune di San Mauro Pascoli, Moris Guidi, nella serata di lunedì 2 febbraio presso il Municipio di Cesena (nella foto). Alla serata erano presenti tutti gli studenti che hanno preso parte a questa iniziativa e numerosi sindaci del cesenate. Il progetto del “Treno della Memoria” (che ha come sottotitolo “Educare alla cittadinanza attraverso storia, memoria, testimonianza e impegno") è stato messo a punto dall'Associazione Terra del Fuoco di Torino, e a Cesena è stato realizzato grazie al Centro per la Pace "E. Balducci" e al sostegno della Regione Emilia-Romagna, della Provincia di Forlì-Cesena e dei Comuni di Cesena, Cesenatico, Savignano sul Rubicone e Bagno di Romagna. Scopo dell’iniziativa, come spiegano gli organizzatori, è quello di proporre “un percorso di formazione e di educazione alla cittadinanza, affinché la Memoria non vada perduta con la progressiva e inesorabile scomparsa dei testimoni diretti dell’epoca e perchè i ragazzi possano divenire cittadini più consapevoli, capaci di essere testimoni dell’esperienza vissuta e agenti del cambiamento per il nostro territorio”.

Gli studenti coinvolti provengono dalle classi quarte di tutti gli Istituti Superiori e i Licei di Cesena. Tutti hanno aderito a questo progetto (presentato all’inizio dell’anno scolastico) liberamente, su base individuale, scegliendo di dedicarvi parte del proprio tempo libero. Il cammino di preparazione è stato intenso: da settembre a gennaio i ragazzi, seguiti da quattro giovani educatori, sono stati coinvolti in una serie di incontri, visite a mostre, proiezioni. Martedì 3 febbraio il gruppo cesenate raggiungerà Trento da dove, insieme ai gruppi provenienti da altre città italiane, partirà verso la Polonia. Prima tappa sarà, il 4 febbraio, Cracovia, mentre il successivo sarà interamente dedicato alla visita del campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau, a cui seguiranno momenti di incontro e di approfondimento. Il Treno della Memoria ritornerà in Italia domenica 8 febbraio.

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna