Logo new 02

cassonetti.jpgSAN MAURO PASCOLI - Cresce la raccolta differenziata a San Mauro. Nel mese di agosto ha sfiorato quota 30%, crescendo di ben 5 punti in percentuale rispetto al mese precedente. È questo il primo risultato del posizionamento di ben 22 nuovi contenitori di raccolta differenziata dislocati in varie parti del paese, a partire dalla metà del mese di agosto. Il Comune di San Mauro, infatti, in accordo con Hera e Ato, ha potenziato le isole ecologiche presenti sul territorio con l'intento di incrementare la raccolta differenziata. Il potenziamento si è tradotto in 6 nuove postazioni per la raccolta differenziata di carta, plastica-lattine e vetro e altre 3 isole ecologiche sono state completate con contenitori diversi. Ancora più nel dettaglio, sono stati posizionati 8 nuovi contenitori da 2.400-3.200 litri per la raccolta della plastica, 5 nuove campane per il vetro, 9 contenitori per la carta e il cartone. La nuove isole, in modo particolare, hanno interessato via Stradone, via Due Martiri, via Antica Emilia e via Fratelli Cervi a San Mauro Mare. A queste si aggiungono una serie di altre vie (via Volta, via Costa, via del Mulino...) dove stati posizionati i raccoglitori della differenziata (plastica, vetro e carta). Il risultato di questo intervento non si è fatto attendere se si pensa che in sole due settimane la raccolta differenziata è cresciuta di 5 punti.

“Invito i sammauresi visti i risultati eccezionali raggiunti in due settimane a seguitare con impegno nella raccolta differenziata dei rifiuti - afferma il sindaco di San Mauro Pascoli, Miro Gori – Con l'impegno di tutti, in tempi ragionevoli, potremmo raggiungere l'obiettivo del 50%”.

Anche se c'è da fare una importante precisazione. Dai dati di Hera relativi al primo semestre di quest'anno risultava che San Mauro riciclava il 25%. Il dato in realtà, per ammissione degli stessi tecnici di Hera, non è reale della situazione. In altre parole risulta “falsato” da due dati. Il primo: San Mauro, realtà industriale tra le più forti del territorio, vede le proprie aziende realizzare la raccolta differenziata in proprio, ovvero attraverso ditte private. Tale attività viene effettuata senza trasmettere ad Hera copia dei formulari di smaltimento dei rifiuti con i relativi pesi. Risultato: notevoli percentuali di rifiuti differenziati non vengono conteggiati da Hera. Per questo motivo il Comune nei mesi scorsi ha invitato le aziende del territorio a comunicare i loro dati ad Hera Forlì-Cesena.

Secondo motivo: San Mauro Mare nei quattro mesi estivi vede crescere in maniera consistente la propria popolazione (circa 45mila persone in quattro mesi) con relativo incremento dei rifiuti. In tutte le attività per quattro mesi (15 maggio – 15 settembre) è attivo il servizio di raccolta porta a porta di tutto il rifiuto. Malgrado questo imponente servizio rimane la difficoltà di orientare verso la differenziata tutti gli altri ospiti presenti nelle altre strutture ricettive (appartamenti in primis). Un problema, non a caso, che accomuna tutte le località del mare (Cesenatico e Gatteo). Per questo motivo saranno incrementati gli sforzi nella direzione di San Mauro Mare. Nel frattempo per premiare le attività più virtuose il Comune ha istituito un doppio premio per l'albergo e il ristorante di San Mauro Mare che ricicla di più. L'iniziativa, denominata, “Albergo riciclone” e “Ristorante ricicolone”, consta nella consegna durante la festività di San Crispino di una targa con un marchio ad hoc di cui potranno fregiarsi i vincitori nella promozione della loro offerta turistico-ricettiva.

Aggiungi commento

Regole per aggiungere nuovi commenti:
* i commenti degli utenti registrati (che hanno fatto il login) vengono visualizzati immediatamente;
* i commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati valutati dalla Redazione (la registrazione è gratuita);


Codice di sicurezza
Aggiorna